QUANDO
TERMINA
IL CONTO
ALLA ROVESCIA

Capitolo 7
UNA NUOVA ERA PER L’UMANITÀ



QUESTO LIBRO SI è concentrato sugli eventi che riguardano un conto alla rovescia per la Terza Guerra Mondiale e la seconda venuta di Cristo. L'ultimo capitolo ha spiegato quando e come è iniziato il conto alla rovescia. Ha anche descritto come l'umanità sta per entrare in una grande transizione a una nuova era. Dio sta per condurre l'umanità verso uno stato di esistenza più elevato, a un’esistenza molto più matura.

Questo capitolo è incentrato su questa nuova era per l'umanità, un'era che Dio stabilirà presto, quando invierà Cristo e i 144.000 per porre fine alla Terza Guerra Mondiale e stabilire il Suo governo - il Suo regno sulla terra. Questa transizione sarà straordinariamente rafforzata dalla manifestazione della Famiglia di Dio, che dimorerà tra gli esseri umani per i prossimi 1.000 anni.

Questo inaugurerà una nuova era, un’era di grandi cambiamenti. Cambiamenti buoni, che ispireranno, che porteranno vera pace e prosperità, in un modo giusto ed equo per tutti gli esseri umani. Questo è qualcosa che va ben oltre qualsiasi cosa possiamo immaginare e che cambierà per sempre il corso del mondo.

La nuova era che presto arriverà sarà un’epoca di guarigione per l'umanità e per tutta la terra. Sarà allora che la terra inizierà a rinnovarsi e a purificarsi da tutto l'inquinamento e dai danni perpetrati dall'attività umana. Dio rivela che anche i deserti inizieranno a essere produttivi. Gli esseri umani inizieranno a invertire un processo iniziato migliaia di anni fa e che ha causato l'insorgere e l'espansione di tanti deserti e regioni inabitabili sul pianeta Terra.



Il giuramento di Dio agli esseri umani

Sarebbe bene vedere come questo periodo di tempo è descritto nella Bibbia. Il contesto è la fine degli eventi annunciati dai Sette Tuoni, che è anche il momento in cui termina questo conto alla rovescia.

Quando i sette tuoni ebbero fatto udire le loro voci, io stavo per scrivere, ma udii una voce dal cielo che mi disse: «Sigilla le cose che i sette tuoni hanno detto e non scriverle». Allora l'angelo che avevo visto stare in piedi sul mare e sulla terra alzò la mano destra verso il cielo, e giurò per Colui che vive nei secoli dei secoli, il quale ha creato il cielo e le cose che sono in esso, la terra e le cose che sono in essa, il mare e le cose che sono in esso, che non c’è più tempo [greco – che non rimane più tempo]. (Rivelazione 10:4-6)

È stato spiegato in precedenza che il Primo Tuono cominciò a rombare quando il Sesto Sigillo della Rivelazione fu aperto l'11 settembre del 2001 (questo libro non parla di tutti i Sette Tuoni, poiché sono stati descritti in un libro precedente, intitolato , 2008 – La Testimonianza Finale di Dio). Da allora, gli eventi di tutti i Sette Tuoni hanno continuato a rombare. Continuano a rombare fino al momento esatto qui descritto, quando "non rimane più tempo".

Ma cosa significa questo? Qui si dice che un angelo "giurò per Colui che vive nei secoli dei secoli", per Dio. In altre parole, questo è un giuramento di Dio annunciato da un angelo. Questo giuramento ha a che fare con un momento specifico, in cui Dio inizierà a manifestare la Sua Famiglia al mondo. Anche Daniele scrisse di questo giuramento.

Poi io, Daniele, guardai, ed ecco altri due in piedi, uno su questa sponda del fiume, e l'altro sull'altra sponda del fiume. Uno di essi disse all'uomo vestito di lino, che stava sopra le acque del fiume: «Quando sarà la fine di queste meraviglie?». Io udii allora l'uomo vestito di lino, che stava sopra le acque del fiume, il quale, alzata la mano destra e la mano sinistra al cielo, giurò per Colui che vive in eterno che ciò sarà per un tempo, per dei tempi e per la metà di un tempo; quando la forza del popolo santo sarà interamente infranta, tutte queste cose si compiranno. [arriveranno alla fine]. (Daniele 12:5-7)

Come mostra il contesto delle due scritture sia Daniele che in Rivelazione, questo è il momento in cui Dio interverrà negli affari dell'umanità e adempirà il Suo piano e scopo affinché il Suo Regno regni sulla terra. Questo è il tempo in cui Dio porrà fine all'era dell'autogoverno umano che è durata 6.000 anni. Questo segna il momento in cui il regno dell'umanità "non continuerà". Non rimane più tempo.

Dio promise agli esseri umani che sarebbe arrivato il momento – un tempo profetico – in cui Egli porrà fine a un’era per introdurre un’era nuova. Ciò che vien detto qui si riferisce a quel momento, quando l'era presente finirà, non continuerà più. Sarà allora che Dio introdurrà una nuova era - una nuova e ultima era per l'umanità.

Quel giuramento, ciò che Dio promise, è collegato a ciò che è rivelato nel versetto successivo.

Ma nei giorni in cui il settimo angelo farà udire la sua voce, quando egli suonerà la tromba, si compirà [nel greco questa parola significa completare, adempiere] il mistero di Dio, secondo quanto Egli ha annunziato ai Suoi servi, i profeti. (Rivelazione 10:7)



Il mistero di Dio

Questo è un riferimento a numerose profezie che parlano di questo tempo e ciò che seguirà. Quando avrà luogo il primo evento annunciato dalla Settima Tromba, questo versetto inizierà a realizzarsi. Non si tratta di qualcosa che accadrà e finirà immediatamente, ma qualcosa che inizierà in quel momento e continuerà a compiersi fin quando quest’opera non sarà finita.

Questo evento è come prima cosa definito "mistero", perché gli esseri umani non hanno voluto saper nulla su questo e nemmeno lo accettano. Sebbene Dio abbia mandato i Suoi profeti nel mondo con questo messaggio, gli esseri umani lo hanno sempre rifiutato. Dio ha quindi permesso, per 6.000 anni, che questo rimanesse un mistero, che rimanesse nascosto agli esseri umani. Tuttavia, Dio ha rivelato questo a coloro con cui ha scelto di lavorare e che hanno risposto con un sincero desiderio di ascoltarLo e obbedirGli.

Tuttavia, Dio aveva deciso che con l'avvicinarsi di quel tempo, avrebbe iniziato a rivelare la Sua verità e il Suo piano al mondo in modo molto più chiaro. Gli esseri umani alla fine scopriranno perché sono nati e la vera ragione della loro esistenza. Ma anche con questo, la maggior parte delle persone continuerà a non ascoltare, fino al momento in cui inizieranno gli eventi catastrofici del tempo della fine.

Dio stabilì un periodo di tempo per concludere questo mistero, il Suo piano e proposito per gli esseri umani. Questo piano per la Sua famiglia sarà finalizzato e realizzato durante quest’ultima era per gli esseri umani.

Herbert W. Armstrong, l'Apostolo di Dio, scrisse un libro intitolato Il Mistero dei Secoli, che rivela gran parte del piano che Dio sta per realizzare, ed il suo scopo. Fu durante la stesura di questo libro che Dio cominciò a rivelargli molto di più sul tempo della fine e su quanto eravamo vicini ad esso.

Sebbene Herbert Armstrong scrisse quel libro nel 1985, solo poche migliaia di persone cominciarono a comprendere questo mistero. Dio cominciò a rivelare questo mistero, il Suo piano, a pochi. Quel libro fu scritto per annunciare ciò che Dio avrebbe presto iniziato a rivelare al mondo intero, qualcosa che era stato nascosto fino a questo tempo della fine, appena prima che Dio stabilisca il Suo Regno.

Ciò che è scritto in questo libro, insieme ai resoconti della stampa sull'escalation delle tensioni tra le nazioni, dovrebbe permettere di vedere chiaramente che ci stiamo rapidamente avvicinando a una grande guerra mondiale. Tramite Herbert Armstrong, Dio proclamò il Suo piano e scopo per l'umanità e rivelò che il mondo era allora entrato nel profetizzato tempo della fine. Ma il mondo ha continuato a ignorare tutto questo.

Dall'11 settembre 2001, Dio ha rivelato più cose sulla fine del tempo alla Sua Chiesa, a un ritmo molto veloce. Ma la gente si rifiuta di ascoltare. Purtroppo ci vogliono tutti gli eventi menzionati nel libro della Rivelazione perché la gente inizi finalmente a svegliarsi e ad ascoltare ciò che Dio ci sta dicendo da quasi 6.000 anni.



La fine dell’inganno e delle menzogne

Di nuovo, è molto importante che le persone capiscano perché la loro natura persiste nell’opporsi a Dio, persiste a rifiutare Dio. La verità è che la natura umana semplicemente non può accettare il fatto che Dio ci ha creati e che dovremmo vivere esattamente come Egli ci dice di vivere. Ci è stata data la libertà di prendere le nostre proprie decisioni nella vita, e con tale libertà, nella maggior parte dei casi, l'essere umano sceglie di vivere come meglio gli pare. La natura umana semplicemente si oppone a tale autorità. Trova invece più facile accettare ostinatamente false dottrine e insegnamenti che cercano di minare, sminuire e minimizzare l'autorità di Dio Onnipotente.

C'è molta confusione tra gli esseri umani riguardo a Dio e al motivo per cui Dio ci ha creati. Questo perché le persone sono state ingannate e credono volentieri in false verità, in cose che contraddicono ciò che Dio ha rivelato tramite i Suoi profeti e apostoli. Ed è per questo che la verità di Dio rimane nascosta, rimane un mistero per il mondo.

Ad esempio, uno di questi insegnamenti che provoca tanta confusione è la convinzione che al momento della morte le persone vadano in paradiso o all'inferno. Ma questo argomento è stato trattato in precedenza e questo non è affatto vero. Questo insegnamento invischia ancora di più le persone poiché viene utilizzato per dare credibilità alla favola, alla menzogna, secondo cui gli esseri umani possiedono un'anima immortale.

Alcuni credono che quando una persona amata muore, la persona ascende al cielo da dove veglierà e proteggerà. Alcuni credono che andranno in paradiso per contemplare il volto di Dio per sempre, o che vivranno in una specie di paradiso, dove potranno fare ciò che hanno amato fare nella loro vita, come andare a pescare o giocare a golf per tutta l'eternità.

Il paradiso viene a volte raffigurato come un luogo dove ci sono grandi banchetti, molte risate, felicità e allegria. Alcuni credono che quando le persone muoiono si trasformano in qualcosa di simile agli angeli, forse anche con le ali. Ci sono molte idee su questo e anche molte domande, in un misto di confusione e dubbi.

La verità è che dopo la morte i cristiani non vanno in paradiso per stare con Cristo. Cristo verrà qui! E le persone non dovranno più aspettare a lungo per conoscere la verità su queste questioni, perché sta arrivando il tempo in cui Dio inizierà a rivelare il Suo Regno agli esseri umani e le persone non solo saranno in grado di capire tutto questo, ma potranno anche vederlo e sperimentarlo di persona.

È a causa di questa falsa dottrina, dell’andare in cielo o all’inferno quando le persone muoiono, il motivo per cui il fatto che il Messia venga sulla terra per regnare non ha molto senso per le persone. A causa di questa falsa dottrina, non possono comprendere la semplice verità che dopo la morte tutti devono invece essere resuscitati alla vita in un tempo che Dio ha già previsto e fissato.

A causa di questi falsi insegnamenti le persone sono cieche alla verità. Per poter vedere e comprendere la verità, ciò che è falso deve prima essere esposto. Una volta esposto, la persona si trova a dover decidere su come affrontare ciò che è arrivata a comprendere. Accetterà la verità e rifiuterà gli insegnamenti falsi? È questa la decisione che il lettore di questo libro ha davanti a sé. Questa è una domanda a cui solo voi potete rispondere.

Quando si verificherà il primo evento della Settima Tromba, la venuta di Cristo, Dio eserciterà il Suo grande potere per smascherare e porre fine a tutte le menzogne e gli inganni che hanno tenuto nascosti il ​​Suo piano e il Suo scopo per 6.000 anni. Quando l'attuale conto alla rovescia sarà terminato, il Regno di Dio e lo scopo della Sua creazione non saranno più un mistero per l'umanità. Di nuovo, ciò sarà dovuto al fatto che le persone saranno allora in grado di vederlo e sperimentarlo.



Una nuova era per l’umanità

Quando avrà luogo il primo evento annunciato dalla Settima Tromba, quando Cristo e i 144.000 appariranno agli esseri umani, il “mistero di Dio” inizierà a cessare di essere un mistero.

Il Secondo Guaio è passato [gli eventi annunciati dalla Sesta Tromba sono terminati], ma ecco, presto viene il terzo guaio. Poi il settimo angelo suonò la tromba e si fecero grandi voci nel cielo, che dicevano: «I regni del mondo sono divenuti il regno del Signor nostro e del Suo Cristo, ed Egli regnerà nei secoli dei secoli». (Rivelazione 11:14-15)

Questa è la buona novella, di cui si sente parlare da migliaia di anni, una buona novella che Dio realizzerà allora. È questa "buona novella" che è tradotta nel Nuovo Testamento come "il vangelo". Giosuè il Cristo ha parlato molto di questa buona novella, eppure il mondo non l'ha compresa, poiché non era ancora giunto il momento di rivelarla o di cominciare a realizzarla.

Quello che avverrà a breve sarà l'inizio del lavoro che ci attende. Questa è la prima cosa che deve avvenire affinché il piano di Dio si adempia perché questo è il fondamento che rende possibile l'adempimento di tutto il piano di Dio.

Per descrivere quest'ultima Tromba in termini semplici, la Settima Tromba rivela che il piano e lo scopo di Dio per l'umanità impiegheranno 1.100 anni per essere realizzati.

Quando si dice che il Secondo Guaio è passato e il Terzo Guaio viene presto, ci mostra che prima che inizi il Terzo Guaio, che non accadrà fino a 1.100 anni dopo, deve accadere qualcos'altro. Si dice chiaramente che questo segna un momento molto speciale. Questo è il momento in cui i regni (le nazioni) di questo mondo non saranno più sotto il dominio dell'umanità. Questo è il primo evento della Settima Tromba, il tempo in cui le nazioni del mondo diventeranno le nazioni di Cristo - sotto la sua autorità.

Sebbene questa nuova era per l’umanità continuerà nel corso del Millennio, per poi continuare nei 100 anni che seguono, è importante sapere cosa è stato scritto su come questa nuova era avrà inizio.

I seguenti versetti descrivono quale sarà la reazione degli angeli a ciò che accadrà quando inizieranno gli eventi annunciati dalla Settima Tromba.

Allora i ventiquattro anziani, che sedevano davanti a Dio sui loro troni, si prostrarono sulle loro facce e adorarono Dio, dicendo: «Noi ti ringraziamo, o Signore, Dio Onnipotente, che sei, che eri e che hai da venire, perché hai preso in mano il Tuo grande potere e Ti sei messo a regnare. (Rivelazione 11:16-17)

Inviando Suo Figlio a regnare nel Suo regno su tutte le nazioni del mondo, Dio rivendicherà qualcosa di cui ha rinunciato negli ultimi 6.000 anni. Perché Dio ha permesso agli esseri umani di stabilire i propri modi di governare in modo che potessero imparare la lezione più importante di tutte: che gli esseri umani non sono in grado di governare se stessi. Dio prenderà quindi il controllo di tutto - qualcosa che comunque Gli appartiene - e manderà Suo Figlio a governare il Suo regno.

È solo in questo modo che una nuova era potrà aver inizio. Questo sarà l’unico modo di garantire la pace per i prossimi 1.100 anni. Sarà l'unico modo per consentire all'umanità di raggiungere un livello avanzato di maturità, un'equa prosperità e di fare un uso corretto di una tecnologia altamente avanzata, che supererà di gran lunga ciò che è abbiamo oggi.



Un governo che è veramente PER il popolo

Il tipo di governo che Dio sta per dare all'umanità è giusto: è privo di corruzione, concussione, ingiustizia, politica, arbitrarietà, trattamento preferenziale e tutte quelle cose che hanno caratterizzato i governi degli esseri umani.

Apocalisse 11 parla del Regno di Dio che verrà su questa terra. I versetti seguenti entrano ancora più in dettaglio, descrivendo cosa comporta questo evento. Questa è la storia di ciò che si svolge quando gli eventi della Settima Tromba iniziano ad aver luogo. L'autogoverno dell'uomo arriverà ad una fine ed il governo di Dio sarà stabilito.

Poi vidi l'Agnello che stava in piedi sul monte di Sion, e con lui erano centoquarantaquattromila persone che avevano il suo nome e il nome di suo Padre scritto sulle loro fronti [non letteralmente, ma metaforicamente. Cio significa che ora fanno parte di Elohim]. Udii quindi una voce dal cielo come il fragore di molte acque e come il rumore di un forte tuono; e la voce che udii era come di citaredi che suonavano le loro cetre. Essi cantavano un cantico nuovo davanti al trono, davanti ai quattro esseri viventi e davanti agli anziani; e nessuno poteva imparare il cantico se non i centoquarantaquattromila, i quali sono stati riscattati dalla terra. Essi sono quelli che non si sono contaminati con donne; sono infatti vergini. Essi sono quelli che seguono l'Agnello, dovunque egli va; essi sono stati riscattati fra gli uomini, per essere primizie a Dio e all'Agnello. (Rivelazione 14:1-4)

Qui i 144.000 sono descritti come "coloro che sono stati riscattati dalla terra", tra gli esseri umani, durante i precedenti 6.000 anni. Sono spiritualmente vergini perché non sono stati contaminati da false chiese ("donne"). Sono rimasti fedeli a Dio, a Cristo e alla Chiesa di Dio. La Bibbia li descrive anche come primizie del piano di salvezza di Dio, con Giosuè il Cristo che è il primo di queste primizie.

Questa è la prima fase del piano di Dio per l'istituzione del Suo governo. Questi sono quelli che saranno i primi a diventare ciò che è descritto nell'Antico Testamento, come Elohim - la Famiglia Divina.

Quindi la storia riprende di nuovo con ciò che sta accadendo in cielo, descrivendo i 24 anziani insieme ad altri esseri angelici che si rallegrano che Dio abbia assunto il Suo dominio sulle nazioni della terra, per cominciare a stabilire il Suo regno.

Allora i ventiquattro anziani e i quattro esseri viventi si prostrarono ed adorarono Dio che sedeva sul trono dicendo: «Amen, Alleluia!». E dal trono venne una voce che diceva: «Lodate il nostro Dio, voi tutti Suoi servi e voi che Lo temete, piccoli e grandi». Poi udii come la voce di una grande moltitudine, simile al fragore di molte acque e come il rumore di forti tuoni, che diceva: «Alleluia, perché il Signore nostro Dio, l'Onnipotente, ha iniziato a regnare. Rallegriamoci, giubiliamo e diamo a Lui la gloria, perché sono giunte le nozze dell'Agnello e la sua sposa si è preparata. E le è stato dato di essere vestita di lino finissimo, puro e risplendente, poiché il lino finissimo sono le opere giuste dei santi». (Rivelazione 19:4-8)

Sebbene Apocalisse 11 descriva l'istituzione del Regno di Dio attraverso il regno di Cristo, questi versetti nel capitolo 19 forniscono maggiori dettagli su ciò che questo significa. Ci viene mostrato che ci sono 144.000 persone, descritte simbolicamente come coloro che si sono preparati per le nozze dell'Agnello. Questi sono quelli che risorgeranno per tornare con Cristo, costituendo il Regno di Dio che poi inizierà a regnare sulla terra.

Questa è la prima fase del piano di Dio per la Sua Famiglia, perché saranno i primi ad entrare in questa Famiglia. Di nuovo, questo non è che il primo evento che inizia con la Settima Tromba. E poi il testo continua mostrando cosa faranno quando verrà istituito questo governo. Coloro che vengono con Cristo sono descritti come un esercito che torna con lui in guerra. È infatti con questo mezzo che Dio metterà fine alla Terza Guerra Mondiale. Cristo e il suo esercito fermeranno coloro che saranno pienamente coinvolti in questa guerra.

Poi vidi il cielo aperto, ed ecco un cavallo bianco, e colui che lo cavalcava si chiama il Fedele e il Verace; ed egli giudica e guerreggia con giustizia. I suoi occhi erano come fiamma di fuoco e sul suo capo vi erano molti diademi [in senso figurato – regnando allora su tutte le nazioni], e aveva un nome scritto che nessuno conosce se non lui; era vestito di una veste intrisa nel sangue, e il suo nome si chiama: "La Parola di Dio" [questo è Giosuè il Cristo]. E gli eserciti [i 144.000] che sono nel cielo [nell’atmosfera che sovrasta la terra] lo seguivano su cavalli bianchi, vestiti di lino finissimo, bianco e puro. Dalla sua bocca usciva una spada acuta per colpire con essa le nazioni; egli governerà con uno scettro di ferro ed egli stesso pigerà il tino del vino della furente ira di Dio Onnipotente. E sulla sua veste e sulla coscia portava scritto un nome: Re dei re e Signore dei signori. (Rivelazione 19:11-16)

L'ira di Dio di cui si parla non è ciò che molti credono che sia. Qui in realtà sta parlando di una "esecuzione di un giudizio" che viene da Dio. È ciò che Dio ha ritenuto giusto e corretto. Si tratta di coloro che vengono nella giustizia di Dio per eseguire il giudizio dichiarando guerra contro coloro che sono in guerra su questa terra. Se Cristo e il suo esercito non intervengono per porre fine a questa guerra, il pianeta Terra sarà completamente distrutto. Il giusto giudizio che Cristo ed i 144.000 eseguiranno, sarà la guerra che metterà fine a tutte le guerre per sempre.

Cristo verrà questa volta come il Leone di Dio. Non verrà come la prima volta, come l'Agnello di Dio che si umiliò e non offrì resistenza quando fu picchiato e ucciso, diventando il sacrificio pasquale per tutta l'umanità. Questa volta verrà come il Leone di Dio, come un potente Re che inizierà il suo regno distruggendo coloro che non sono disposti a smettere di distruggere la creazione di Dio.

Notate cosa è stato aggiunto a ciò che dissero gli angeli quando resero grazie a Dio per aver assunto il Suo potere e aver iniziato il Suo regno sulle nazioni del mondo.

Allora i ventiquattro anziani, che sedevano davanti a Dio sui loro troni, si prostrarono sulle loro facce e adorarono Dio, dicendo: «Noi ti ringraziamo, o Signore, Dio Onnipotente, che sei, che eri e che hai da venire, perché hai preso in mano il Tuo grande potere e Ti sei messo a regnare. Le nazioni si erano adirate, ma è giunta la Tua ira ed è arrivato il tempo di giudicare i morti e di dare il premio ai Tuoi servi, ai profeti, ai santi e a coloro che temono il Tuo nome, piccoli e grandi [questo rivela il giudizio dei 144.000, che saranno risuscitati per regnare con Cristo], e di distruggere quelli che distruggono la terra». (Rivelazione 11:16-18)

La prima cosa che Dio farà dopo dopo aver assunto il governo della Sua creazione è di porre fine a questa guerra mondiale. Questo è precisamente ciò che Cristo ed i 144.000 faranno. Scateneranno un grande potere, un potere che gli esseri umani non hanno mai visto prima, per distruggere coloro che stanno distruggendo la terra.

Il regno di Cristo e dei 144.000 è dettagliato in seguito, con anche dettagli sulla durata di questo regno. Descrive persino cosa accadrà a Satana allora.

Poi vidi un angelo che scendeva dal cielo e che aveva la chiave dell'abisso e una gran catena in mano. Egli prese il dragone, il serpente antico, che è il diavolo e Satana, e lo legò per mille anni, poi lo gettò nell'abisso che chiuse e sigillò sopra di lui, perché non seducesse più le nazioni finché fossero compiuti i mille anni, dopo i quali dovrà essere sciolto per poco tempo. Poi vidi dei troni, e a quelli che vi sedettero fu dato la potestà di giudicare [ai 144.000 che regneranno con Cristo]; e vidi le anime [le vite] di coloro che erano stati tagliati [separati dal mondo]per la testimonianza di Gesù e per la parola di Dio, e che non avevano adorato la bestia né la sua immagine e non avevano preso il suo marchio sulla loro fronte e sulla loro mano. Costoro tornarono in vita e regnarono con Cristo per mille anni. Ma il resto dei morti non tornò in vita finché furono compiuti i mille anni. Questa è la prima risurrezione. (Rivelazione 20:1-5)

La prima cosa che viene descritta qui è che Satana sarà di nuovo messo in uno stato di restrizione spirituale. Questa è una condizione in cui è stato diverse volte prima, come ho detto prima quando ho parlato delle diverse rinascite dell'impero europeo. Tuttavia, ora viene aggiunto qualcosa di nuovo qui. È chiaro che non solo sarà posto in quello stato di restrizione spirituale, ma questa volta sarà posto un sigillo sopra di lui in modo che non abbia più alcun potere di sedurre le nazioni mentre si trova per l’ultima volta in questo stato di restrizione.

Prima di allora, a Satana era solo stato imposto il limite di non spingere le nazioni alla guerra, ma era ancora in grado di ingannare la gente. Quando questo evento avrà luogo, non avrà più alcun potere.

Quello stato di restrizione, per l'ultima volta, durerà 1.000 anni. Durante tutto quel tempo Satana non sarà in grado di interferire in alcun modo in qualsiasi cosa Dio farà quando il Regno di Dio sta governando. Il Millennio sarà un periodo di tempo molto migliore per gli esseri umani, solo per il fatto che Satana e i demoni non saranno più in grado di ingannare gli esseri umani, non saranno più in grado di incitare gli esseri umani a fare il male, come è stato il caso negli ultimi 6.000 anni.

Questi versetti rivelano anche che i 144.000 sono stati separati dal mondo [in molte traduzioni questa parola è stata erroneamente tradotta come “decapitati”]. Sono stati tagliati, o separati dal mondo per poter vivere in accordo con il cammino di vita di Dio e per essere plasmati e preparati per arrivare a far parte del futuro governo di Dio, per regnare con Cristo per 1.000 anni, e anche dopo.

Questa descrizione dice che non hanno il marchio della bestia (il marchio di Satana) sulla fronte. Non è un marchio nel senso letterale. È qualcosa che differenzia una persona e identifica (o sottolinea) il modo di pensare di una persona (ciò che viene dalla sua mente, dai suoi pensieri o credenze). Queste due espressioni, il segno sulla fronte e sulla mano, hanno a che fare con i Sabati di Dio. Queste persone vivevano secondo la verità di Dio osservando il Sabato nel giorno corretto, il settimo giorno della settimana - il sabato - e non il primo giorno della settimana - la domenica - come promulgato e dettato dal potere della bestia.

La Bibbia rivela che il primo segno identificativo di coloro che cercano di ubbidire a Dio è la loro corretta osservanza dei Suoi sabati settimanali e annuali. Si tratta della fede nei Sabbath di Dio che hanno nella loro mente – nel loro modo di pensare.

Il segno sulla mano esprime la stessa cosa: i Sabati di Dio. Anche questo segno sulla mano non è letterale, ma piuttosto rappresenta metaforicamente delle persone le cui azioni (le loro opere) concordano con il loro modo di pensare in rispetto alle loro osservanze dei Sabati di Dio. Quello che fanno con le loro mani simboleggia il loro lavoro. Lavorano sei giorni alla settimana, ma durante il Sabato non intraprendono alcun lavoro consueto che deve essere svolto durante gli altri sei giorni della settimana, ma riposano dal loro lavoro come Dio ha comandato di fare.



Le risurrezioni dopo quella dei 144.000

C’è un’altra parte molto importante nella rivelazione del piano di Dio, che si adempirà durante questo periodo del regno di Cristo nei prossimi 1.100 anni.

Quest’ultimo versetto ci dice che i 144.000 che verranno con Cristo regneranno con lui per 1.000 anni e afferma che saranno risuscitati nella prima risurrezione. Questo non si riferisce a quando Cristo, il Figlio di Dio, fu risorto quasi 2.000 anni fa. La risurrezione a cui si riferiscono questi versetti è la prima grande risurrezione tra gli esseri umani. Dio ha rivelato che dopo questo ci saranno altre risurrezioni, in tempi diversi, durante l'adempimento del Suo piano.

Come affermato in precedenza, dopo la morte le persone non vanno immediatamente in cielo o all'inferno. Rimangono morte fino a quando Dio non le risuscita. Questa è una grande verità che fa parte del mistero di Dio e che sarà rivelato a tutti durante i successivi 1.100 anni.

Il cristianesimo tradizionale vuol far credere che dopo la morte le persone vadano immediatamente in cielo o all'inferno, poiché credono che gli esseri umani abbiano un'anima immortale. Ma questo non è vero. Solo Dio Onnipotente ha l'immortalità inerente a Se stesso.

Il punto è che quando una persona muore, rimane morta e nel tempo il corpo fisico si decompone e alla fine diventa polvere. Troviamo un passaggio nelle scritture in cui viene rivelata la verità su questo, parlando del re Davide che regnò su Israele. Si era rivelato un grande re ed era rimasto fedele a Dio. Davide scrisse un gran numero di Salmi, molti dei quali profetici. Era il re d'Israele, ma Dio lo chiamò anche profeta.

Il giorno di Pentecoste, quando Dio fondò la Sua Chiesa nel 31 d.C., Pietro fece un discorso rendendo alcune cose molto chiare agli ebrei. Stava citando le profezie che Davide aveva scritto sul Messia, affermando che queste cose si erano poi adempiute in Giosuè il Cristo.

Gli ebrei di quel tempo si erano allontanati molto dagli insegnamenti che Dio aveva loro dato molto prima tramite Mosè. Molti di loro non capivano ciò che Davide scrisse perché credevano che alcuni dei versetti nei Salmi riguardavano Davide stesso, anche se questo non è vero. Una delle frasi di Pietro è molto rivelatrice per coloro che si attengono al concetto che alla morte i fedeli ascendono al cielo. Se ciò fosse vero, allora sicuramente Davide, l'unico che Dio ha descritto come "un uomo secondo il Suo cuore", sarebbe andato lassù.

Fratelli, si può ben liberamente dire intorno al patriarca Davide che egli morì e fu sepolto; e il suo sepolcro si trova tra di noi fino al giorno d'oggi. Egli dunque, essendo profeta, sapeva che Dio gli aveva con giuramento promesso che dal frutto dei suoi lombi, secondo la carne, avrebbe suscitato il Cristo per farlo sedere sul Suo trono; e, prevedendo le cose a venire, parlò [Davide] della risurrezione di Cristo, dicendo che l'anima [la vita di Giosuè] sua non sarebbe stata lasciata nell'Ades [greco – “hades”, che significa la tomba ] e che la sua carne non avrebbe visto la corruzione. Questo Giosuè, Dio lo ha risuscitato; e di questo noi tutti siamo testimoni. (Atti 2:29-32)

Questi versetti dicono che il corpo di Cristo non avrebbe visto la corruzione (non si sarebbe decomposto). E questo è ciò che accadde, perché il corpo di Giosuè il Cristo rimase nel sepolcro solo per tre giorni e tre notti. È chiaro che ciò che Pietro cita dai Salmi parla di Cristo, che sarebbe risorto prima che il suo corpo iniziasse a decomporsi. Pietro inoltre chiarì che ciò che Davide scrisse non si riferisce a Davide stesso, poiché il corpo di Davide vide la corruzione (si decompose). Pietro disse che il corpo di Davide fu sepolto in una tomba che era in mezzo a loro, tra gli ebrei, fino a quel giorno, secoli dopo la morte di Davide. Quando Davide morì non andò in paradiso, ma sarà uno di quelli che risorgeranno quando Cristo verrà a regnare insieme a Cristo.

Dato che il cristianesimo tradizionale non crede in una risurrezione, i suoi aderenti si tengono alla larga dai versetti in Rivelazione 20. Perché come potrebbe avere senso per loro se questi versetti contraddicono le loro proprie credenze?

Ma questi versetti toccano anche un altro argomento di cui nessuno parla mai, un argomento che nel piano e nello scopo di Dio è in realtà estremamente incoraggiante per tutti coloro che sono morti e lo sono tuttora. Questo è ciò che fa parte del vero vangelo – della buona novella!

Questi versetti in Rivelazione 20 parlano del Millennio (i 1.000 anni), quando i 144.000 regneranno con Cristo su tutte le nazioni di questa terra. E dopo aver menzionato coloro che saranno risuscitati a regnare durante quei mille anni, è scritto: "Ma il resto dei morti non tornò in vita finché furono compiuti i mille anni.”

Ma chi sono il resto dei morti?

Il "resto dei morti" dovrebbe essere autoesplicativo. Sono le persone che sono vissute e sono morte negli ultimi 6.000 anni e che non faranno parte della prima risurrezione dei 144.000.

Per ora, tutti coloro che sono vissuti e che sono morti sono tornati alla polvere della terra, come Dio aveva detto (Ecclesiaste 3:20), ma nel piano di Dio verrà il tempo in cui le persone avranno l'opportunità di essere risuscitate. Continuando in questo versetto, ci viene mostrato quando risorgeranno. È scritto che "non torneranno in vita finché i 1.000 anni non saranno compiuti". Notate cosa rivelano poi questi versetti in Apocalisse 20.

Ma il resto dei morti non tornò in vita finché furono compiuti i mille anni. Questa è la prima risurrezione. Benedetto e santo è colui che ha parte alla prima risurrezione. Su di loro non ha potere la seconda morte, ma essi saranno sacerdoti di Dio e di Cristo e regneranno con lui mille anni. (Rivelazione 20:5-6)

Dopo aver affermato che il resto dei morti non torneranno in vita fin dopo il Millennio, questo versetto fa di nuovo riferimento ai 144.000 che saranno risuscitati per venire con Cristo, dicendo che loro sono benedetti di poter far parte della prima risurrezione, dato che la seconda morte non ha alcun potere su di loro. Ciò è dovuto al fatto che non vivranno una seconda vita fisica, ma saranno risuscitati come esseri spirituali nella Famiglia Divina e non potranno mai morire.



Gli ultimi 100 anni

Un evento grandioso avrà luogo poco prima della risurrezione del "resto dei morti" a una seconda vita fisica. Prima che tutti coloro che sono vissuti e morti nei primi 6.000 anni siano risuscitati a una seconda vita fisica, avrà luogo un'altra risurrezione alla vita spirituale nella Famiglia di Dio.

Appena prima dell’inizio degli ultimi 100 anni, ci sarà una risurrezione simile a quella dei 144.000, ma questa sarà una risurrezione molto, molto più grande. Questa sarà una risurrezione di coloro che sono vissuti e sono morti durante il Millennio. Durante il Millennio tutti avranno l’opportunità di apprendere sul cammino di vita di Dio e quelli che avranno preso la decisione di vivere fedelmente in accordo con questo cammino di vita saranno risuscitati a vita spirituale, saranno risuscitati nella Famiglia di Dio come essere spirituali, in modo simile ai 144.000.

Dio ha uno scopo importante affinché questa risurrezione abbia luogo allora e non alla fine dei 100 anni. Questo scopo ha a che fare con l'enorme mole di lavoro che il governo di Dio richiederà per insegnare e aiutare i miliardi di persone che in seguito saranno risuscitate a vivere una seconda vita fisica.

Dopo questa seconda grande risurrezione nella Famiglia di Dio, gli ultimi cento anni potranno iniziare - gli ultimi anni dell'esistenza dell'umanità. Dio chiama questo periodo l'Ultimo Grande Giorno. Questo è il momento in cui miliardi di persone verranno risuscitate a una seconda vita fisica. Questo periodo è anche chiamato il Giudizio del Grande Trono Bianco. Questo titolo descrittivo identifica questo periodo come un tempo di giudizio finale per l'umanità.

Poi vidi un gran trono bianco e Colui che vi sedeva sopra, dalla cui presenza fuggirono [La parola usata qui in greco significa scappare, fuggire da qualcosa ]il cielo e la terra, e non fu più trovato posto per loro. E vidi i morti, grandi e piccoli, che stavano ritti davanti a Dio, e i libri furono aperti; e fu aperto un altro libro, che è il libro della vita; e i morti furono giudicati in base alle cose scritte nei libri, secondo le loro opere. (Rivelazione 20:11-12)

Questa è la resurrezione di miliardi di persone a una seconda vita fisica. È il momento in cui questi miliardi di persone entreranno in un periodo di giudizio che permetterà di valutare come decideranno di vivere la loro seconda vita fisica. Nella loro prima vita non conoscevano le verità di Dio. Il Suo scopo non era quello di rivelarle a loro allora. A quel tempo, gli unici a cui aveva rivelato la Sua verità erano quelli che Lui stava preparando per far parte del Suo governo - per far parte dei 144.000.

Questa multitudine di persone saranno risuscitate ad una nuova vita fisica affinché imparino la verità di Dio. Sarà allora che dovranno scegliere come vogliono vivere; se vogliono vivere secondo le vie di Dio o secondo le loro vie, come avevano vissuto prima. Coloro che morirono mentre erano ancora neonati e bambini saranno risuscitati in corpi perfetti e sani, senza disabilità di alcun tipo. Coloro che morirono quando erano più grandi saranno risuscitati anche in corpi sani e perfetti; non in un corpo di una persona anziana, ma di una persona di mezza età.

Riguardo a questa risurrezione, è importante capire che Dio ha dato i primi 7.000 anni per la riproduzione e la moltiplicazione dell'umanità. Dopo i 7.000 anni, quando il Millennio sarà arrivato alla sua fine, non ci sarà più riproduzione umana. All'inizio degli ultimi 100 anni, quando avrà luogo questa grande risurrezione a una seconda vita fisica, Dio avrà posto fine alla riproduzione umana. Le donne non potranno più rimanere incinte e non ci saranno più nascite.

Dio rende molto chiaro che quando chiama una persona e dà a quella persona la capacità di vedere la Sua verità, da quel momento in poi quella persona è "sotto giudizio". Quindi inizia un periodo di tempo per quella persona durante il quale deve scegliere se vuole vivere secondo le sue proprie vie (le vie del mondo e / o altre, le vie di Satana) o secondo le vie di Dio. Quando tutti saranno risuscitati per vivere una seconda vita fisica, saranno allora in grado di conoscere la verità di Dio. Dovranno poi iniziare a scegliere se vogliono vivere secondo le vie di Dio o secondo le loro proprie vie.

La descrizione di Giovanni di un grande trono bianco simboleggia un tempo di giudizio davanti a Dio. È scritto che i cieli e la terra fuggirono o scapparono. Questo dimostra che fino a questo momento questa grande folla di persone non era stata sottoposta al giudizio di Dio, ma, in un certo senso, erano sfuggite da questo giudizio durante la loro prima vita. Saranno risuscitati in un mondo molto migliore, un mondo in cui la capacità di scegliere il modo di vita di Dio sarà reso molto più facile. Vivranno allora in un mondo senza la presenza di Satana e dei demoni, in cui le bugie, gli inganni e le false religioni non esisteranno più.

È in questa epoca finale dell'umanità che le persone inizieranno a sperimentare un governo e una giustizia retti. Durante i 1.000 anni precedenti, il Regno di Dio avrà regnato sulla terra e il mondo sarà cambiato in modi che sono difficili da immaginare in questo momento. La scienza e la tecnologia faranno un enorme balzo in avanti. Queste cose funzioneranno tutte insieme in modo tale da aumentare la produttività e la prosperità nella vita degli esseri umani, molto, molto al di là di ciò che siamo in grado di immaginare.

È durante questa risurrezione a una seconda vita fisica che il giudizio di Dio alla fine verrà su tutto il resto dell'umanità. A tutti coloro che prenderanno parte a questa risurrezione sarà data l'opportunità di vivere in un nuovo mondo governato e istruito dal Figlio di Dio e da tutti coloro che saranno allora nella Famiglia di Dio. Questi versetti ci mostrano che tutte le persone che sono esistite nel corso del tempo, grandi e piccole, saranno poi risuscitate davanti a Dio per ricevere la Sua verità attraverso la Sua parola, poiché la mente di tutti sarà aperta a questa comprensione [I libri saranno aperti.]

Questi versetti parlano anche di un altro libro che verrà aperto, il Libro della Vita. Ciò significa che ora tutte quelle persone avranno l'opportunità di aggiungere i loro nomi (la loro vita) a quelli di coloro che faranno già parte della Famiglia di Dio e avranno la vita eterna. Anche tutte quelle persone dovranno passare attraverso un processo, dovranno scegliere se vogliono vivere secondo la Parola di Dio. Queste persone si sforzeranno di vivere secondo il modo di vivere di Dio o no?

I versetti che seguono sono un riassunto degli ultimi 100 anni di vita umana. Esso inizia descrivendo una grande risurrezione di tutti coloro che sono vissuti e sono morti. Notate cosa vien detto sul giudizio che avrà luogo quando questi 100 anni saranno compiuti.

Il mare restituì i morti che erano in esso, la morte e la tomba [alcune traduzioni usano la parola greca ‘hades’, altre usano ‘inferno’] restituirono i morti che erano in loro, ed essi furono giudicati, ciascuno secondo le sue opere. Poi la morte e l'Ades furono gettati nel lago di fuoco. Questa è la morte seconda. E se qualcuno non fu trovato scritto nel Libro della Vita, fu gettato nel lago di fuoco. (Rivelazione 20:13-15)

Qui si parla della tomba, perché rappresenta simbolicamente ciò che viene generalmente fatto con i corpi dopo la loro morte. La parola "tomba" è stata comunemente tradotta in modo errato per significare "inferno". Il concetto di un luogo di punizione chiamato inferno è solo uno dei tanti altri falsi insegnamenti nel cristianesimo tradizionale.

Avendo ricevuto una seconda vita e la capacità di conoscere la verità di Dio, le persone saranno allora giudicate in base alle scelte che faranno liberamente e in base alle opere che faranno nella loro vita, che rifletteranno quelle loro scelte.

E poi finalmente arriverà la fine, quando tutti coloro che sceglieranno di vivere secondo la via di Dio saranno ritenuti degni di essere ricevuti nella Sua Famiglia per vivere eternamente. Tuttavia, coloro che sceglieranno di vivere in modo diverso dalla via di Dio, saranno considerati degni di ricevere una seconda morte: una morte per tutta l’eternità.



Una seconda morte

Come viene insegnata la seconda morte nel cristianesimo tradizionale? È chiaramente nelle scritture, ma i ministri e coloro che insegnano evitano di toccare questo argomento, poiché è in conflitto con ciò in cui credono. Non riescono a immaginare come una persona possa morire due volte, poiché ciò implicherebbe che dovrebbe vivere due volte.

Sebbene durante questi 100 anni molte persone sceglieranno di vivere secondo il modo di vita di Dio, ci saranno anche molti che semplicemente non vorranno vivere in quel modo e preferiranno vivere come hanno vissuto nella loro prima vita. Preferiranno vivere egoisticamente, secondo le vie del mondo. Dio ha stabilito un periodo di 100 anni durante il quale le persone dovranno scegliere come vogliono vivere.

Coloro che scelgono le proprie vie - le vie della vita precedente - sono liberi di farlo, ma non riceveranno la vita oltre quel periodo di 100 anni del Giudizio del Grande Trono Bianco. Invece, il loro giudizio sarà quello di una morte eterna. L’espressione “morte eterna” è una delle altre cose che i seguaci del cristianesimo tradizionale non comprendono perché credono che questo giudizio sia un “castigo eterno”, di essere castigato per tutta l’eternità.

Non rientra nella natura di Dio di torturare o punire nessuno per un’eternità per non aver scelto il Suo cammino di vita. La sentenza del giudizio di Dio – la morte eterna – è per sempre. Questo vuol dire che una persona non sarà mai più risuscitata.

Dio non è vendicativo o crudele, come tante persone Lo immaginano. Non vuole vedere la gente vivere per sempre nella tortura e nel tormento, per non averGli obbedito. Imporre una simile punizione a qualcuno, verrebbe da una mentalità malata e perversa. Fortunatamente, Dio non è così! È lontano dal tipo di Dio rappresentato dal cristianesimo tradizionale, attraverso i loro insegnamenti perversi sull'inferno e sul fuoco dell'inferno.

Coloro che alla fine dei 100 anni non avranno scelto di vivere la via della vita di Dio, non saranno tormentati per tutta l'eternità. Saranno invece semplicemente condannati a un giudizio di morte eterna - una seconda morte - consistente nel non vivere mai più. Questa fine della vita include davvero un fuoco che distrugge la vita. È un giudizio del fuoco, che avviene velocemente e senza alcun tormento. Questo è un giudizio ardente ed eterno, poiché provoca la morte per sempre – per non risorgere mai più in vita.

Il cristianesimo tradizionale è uscito fuori con il concetto di una punizione di durata eterna in un fuoco infernale per chi non obbedisce a Dio. Ma il giudizio del fuoco eterno non è qualcosa che dura per sempre. È semplicemente un fuoco che pone fine alla vita perché la sentenza del giudizio di Dio è di porre fine all'esistenza dei disobbedienti per sempre.



Scegli la vita

Il periodo dell’Ultimi Grande Giorno ha tutto a che fare con le scelte che le persone faranno nel corso di quegli ultimi 100 anni. Quello sarà il momento di scegliere la vita, o no. Potrebbe sembrare una scelta facile, ma non sarà così.

Le cose saranno molto diverse per gli esseri umani durante quegli ultimi 100 anni. Questa seconda opportunità ad una vita fisica sarà in un mondo immensamente diverso dal mondo che avevano conosciuto la prima volta. Tuttavia, ciò che rimarrà la stessa è la natura umana che li ha resi ciò che erano nella loro prima vita.

È ovvio che i neonati e bambini risorti a una seconda vita, non avranno sperimentato le scelte peccaminose che adolescenti e adulti hanno sviluppato. Ma tutti coloro che erano più anziani e fissi nel loro modo di vivere quando morirono, avevano vissuto solo cose che non erano in accordo con il modo di vita di Dio. Questi modi di vivere non sono facili da cambiare. Anche dopo tutto quello che Dio avrà provveduto a coloro che saranno risuscitati a una seconda vita fisica, ci sarà ancora un numero incalcolabile che si rifiuterà di cambiare. Queste persone vorranno sempre fare le cose alla loro vecchia maniera, e non quella di Dio.

Queste persone preferiranno comunque vivere in un modo che causa solo dramma. Cose come infedeltà nel matrimonio, furto, corruzione, politica, ubriachezza, tossicodipendenza, perversione sessuale, dissolutezza, odio e gelosia degli altri, ricerca del riconoscimento da parte degli altri, desiderio di potere e di ricchezze. Queste sono tutte queste cose esistono perché gli esseri umani scelgono di seguire le vie della loro natura egoista, perché scelgono di compiacere ciò che il sé vuole.

Sebbene miliardi di persone risorgeranno a una seconda vita fisica, non tutte vorranno cambiare. Non tutti vorranno adottare la via che Dio farà loro vedere. Al contrario, decideranno di resisterGli. Invece, resisteranno a quel cammino di vita. Molti si conformeranno semplicemente perché vivranno in una società governata dal Regno di Dio, che regnerà sulle nazioni. Ma non saranno d'accordo con esso e non lo vorranno.

Solo coloro che sceglieranno e vorranno veramente vivere in accordo con il modo di vita di Dio saranno in grado di apportare i cambiamenti necessari nella loro vita per crescere spiritualmente fino a un certo livello in modo che Dio possa riceverli nella Sua Famiglia. Dio non deve niente a nessuno. Ci ha già dato tutto quello che abbiamo. Se alla fine una persona sceglie di vivere secondo i propri modi e rifiuta il modo di vivere di Dio, questa è la scelta di quella persona. Dio non costringerà nessuno a seguire il Suo modo di vivere. La via di Dio deve essere scelta liberamente.

Alla fine dei 100 anni sarà chiaro a Dio chi saranno quelli che diventeranno parte della Sua Famiglia e riceveranno la vita eterna. Sarà altrettanto chiaro chi saranno quelli che avranno scelto di vivere secondo le proprie vie e non quelle di Dio.

A quel punto del tempo miliardi di persone avranno scelto di vivere le vie di Dio. Avranno scelto la vita. Queste persone avranno afferrato l’opportunità che Dio darà loro di entrare nella Sua Famiglia e di vivere eternamente nello spirito.

Tuttavia, potrebbero esserci miliardi di persone che non accetteranno Dio e la Sua via entro la fine di quei 100 anni. Quelle persone sceglieranno di vivere a modo loro, faranno esattamente come fece l’arcangelo Lucifero molti millenni prima.

Lucifero fu il primo a ribellarsi a Dio. Dopo questo il suo nome fu cambiato in Satana, il diavolo. È anche conosciuto come la bestia e il falso profeta. Convinse un terzo degli angeli a unirsi a lui in ribellione contro Dio. Pieno di egoismo e orgoglio, desiderava più ricchezze e potere per se stesso. Gli angeli che si ribellarono insieme a lui divennero noti come demoni. Sono anche loro contro Dio e hanno continuato a combattere contro Dio da quando si ribellarono.

Se un così grande numero di angeli, esseri creati di spirito, è stato in grado dopo un lungo periodo di tempo di scegliere di allontanarsi da ciò che Dio aveva offerto loro, non dovrebbe essere difficile capire che un gran numero di esseri umani - esseri carnali ed egoisti - farà lo stesso in un breve periodo di tempo.



Il piano di Dio volge al termine

Dopo che questi ultimi 100 anni per l'umanità saranno giunti alla fine, ci sarà un periodo di tempo la cui durata Dio non ha ancora rivelato. Ma questo periodo di tempo sarà breve. Sarà allora che la sentenza del giudizio di Dio per l'umanità sarà eseguita, ponendo fine al Giudizio del Grande Trono Bianco.

Dio non ha ancora rivelato la sequenza esatta di tutti gli eventi che seguiranno, ma ha rivelato chiaramente cosa accadrà a tutti coloro che avranno scelto il Suo modo di vivere e a tutti quelli che l’avranno rifiutato.

Il modo in cui l’era dell’umanità avrà fine è una storia veramente incredibile.

Dio ha mostrato come porrà fine a quest’era e anche il processo attraverso il quale verrà eseguita la sentenza del Suo giudizio finale per tutti coloro che Lo hanno respinto lungo il corso del tempo.

In Rivelazione 20 è scritto che Satana sarà imprigionato, che un sigillo sarà posto su di lui e che dovrà rimanere imprigionato lì "fino a quando i mille anni non saranno compiuti". E nel versetto 3 è scritto che "dopo sarà liberato per poco tempo". Qui non dice specificamente quando verrà liberato. Dice solo che sarà dopo che i 1.000 anni saranno compiuti. Ma il contesto di altri versetti della Bibbia mostra che non potrà essere liberato finché i 100 anni che seguono il Millennio non saranno compiuti. E poi ci viene detto cosa succederà quando verrà liberato.

E quando quei mille anni saranno compiuti, Satana sarà liberato dalla sua prigione e uscirà per sedurre le nazioni che sono ai quattro angoli della terra, Gog e Magog, per radunarle per la guerra; il loro numero sarà come la sabbia del mare. (Rivelazione 20:7-8)

Satana dovrà essere liberato dalla sua prigionia un'ultima volta al fine di contribuire a portare a compimento il piano di Dio per tutta l'umanità ed una fine all'esistenza degli esseri umani. Satana farà questo facendo ciò che sa meglio fare: ingannando e distruggendo. Questo è infatti il significato di uno dei suoi nomi: Il Distruttore.

Satana è sempre stato usato come uno strumento per accelerare il processo attraverso il quale le nazioni iniziano le guerre. Nel corso della storia, le nazioni si sono sempre preparate alla guerra. Le guerre tra le nazioni sono sempre state inevitabili. Gli umani sono così. Ma come parte del piano di Dio, la natura distruttiva di questo essere è spesso stata usata per portare queste inevitabili guerre tra i popoli e le nazioni a una conclusione più rapida, in modo da diminuire la sofferenza e il danno che guerre più lunghe potrebbero causare.

Le guerre sono il risultato inevitabile della natura egoistica degli esseri umani. Le guerre sono inevitabili a causa dell’incapacità dell’essere umano di vivere la via che produce la pace. Questo potrà solo diventare una realtà quando le persone vivranno in accordo con il cammino di vita di Dio e saranno governate dal Regno di Dio. Sarà durante il Millennio e nel periodo del Grande Trono Bianco che l’umanità avrà l’opportunità di imparare la via della pace. Dio non permetterà che le cose arrivino al punto di una possibile guerra. Il governo di Dio assicurerà la pace tra le nazioni.

Tuttavia, quando Satana verrà liberato, dedicherà ancora una volta tutti i suoi sforzi a fare la guerra all'umanità, una guerra che sarà fermata prima ancora che inizi.

Satana potrà facilmente influenzare coloro che saranno allora vissuti due volte e non avranno scelto il modo di vivere di Dio. Coloro che sceglieranno di vivere in un modo diverso da ciò che Dio ha rivelato essere giusto e vero, saranno coloro che vivono nel peccato. Questa è la definizione di peccato: vivere in un modo che è contrario a ciò che Dio ha dimostrato essere giusto.

Satana sarà liberato e uscirà per ingannare le nazioni. L'espressione "Gog e Magog" simboleggia profeticamente il gran numero di persone che rifiuteranno il modo di vita di Dio. La Bibbia dice che il loro numero è come la sabbia del mare. Considerando il numero di persone che sono vissute sul pianeta Terra nel corso della storia dell'umanità, il numero di coloro che alla fine rifiuteranno Dio e il Suo cammino di vita sarà di diversi miliardi.

Non si può capire come pensa una mente malata. È difficile capire cosa sta facendo Satana, tranne sapere che il suo odio per il piano di Dio e il suo odio per l'umanità è così profondo che il suo obiettivo è di distruggere quanto più possibile della creazione di Dio.

Sebbene Satana abbia costantemente combattuto contro Dio e abbia cercato di distruggere quanto più possibile, non è mai stato capace di frustrare ciò che Dio ha pianificato. Tuttavia, continua a provarci. Sarà la stessa cosa alla fine degli ultimi 100 anni. Satana si darà da fare per radunare quante più persone possibile per attaccare la Famiglia di Dio, nonostante il fatto che sarà impossibile per loro avere successo. In qualche modo, Satana dovrà ingannare miliardi di persone, facendole credere che potranno avere successo. Dio semplicemente non ha rivelato come una cosa del genere possa essere realizzata, ma quello che cercheranno di fare è stato scritto.

Esse si muoveranno su tutta la superficie della terra e circonderanno il campo dei santi e la città diletta. Ma dal cielo scenderà fuoco, mandato da Dio, e le divorerà. (Rivelazione 20:9)

Qui possiamo leggere che un gran numero di persone, sotto il comando di Satana, combatterà contro il popolo di Dio. La Bibbia si riferisce profeticamente al popolo di Dio in molti modi diversi. Qui il popolo di Dio è chiamato "la città diletta". Questo non si riferisce alla città di Gerusalemme, un luogo fisico, ma si riferisce al popolo di Dio, spiritualmente parlando.

Ci viene poi detto che Dio impedirà a Satana e a quelli che lo seguono di cominciare una guerra. Malgrado le loro intenzioni, Dio non permetterà che una guerra abbia inizio, e distruggerà Satana e quell’esercito.

Alcuni versetti descrivono sette angeli, con sette coppe (le sette piaghe) pronte per essere versate sull'umanità. Ci viene mostrato che uno dei sette angeli è presente in questo momento, alla fine dei 100 anni. Sebbene le sette piaghe che saranno riversate sull'umanità non siano ancora del tutto comprese, ci viene mostrato qui che questo è il Terzo Guaio, menzionato prima, che avrà luogo al compimento della Settima Tromba. Ricordate che gli eventi della Settima Tromba impiegheranno poco più di 1.100 anni per avverarsi pienamente.

Gli eventi della Settima Tromba avranno inizio con la venuta di Cristo che stabilirà il Regno di Dio all’inizio del Millennio. Poi, appena dopo i 1.100 anni, gli eventi del Terzo Guaio saranno adempiuti dai sette angeli che verseranno le loro coppe sulla terra.

Questo è l'ultimo guaio che si abbatterà sull'umanità. Esso porrà fine all'esistenza dell'umanità. Sarà potente e veloce. Porrà fine anche agli inutili tentativi di Satana di attaccare tutto ciò che appartiene a Dio.

In effetti, il piano di Dio include la distruzione definitiva di Satana, che deve essere compiuta affinché il piano di Dio per l'umanità si adempia. A questo si riferisce il seguente versetto.

Allora il diavolo, che le ha sedotte, sarà gettato nel lago di fuoco e di zolfo, dove sono la bestia e il falso profeta; e saranno tormentati giorno e notte, nei secoli dei secoli. (Rivelazione 20:10)

In questo periodo di tempo in cui ci troviamo ora, durante il conto alla rovescia per la Terza Guerra Mondiale, Dio ha rivelato alla Sua Chiesa che Satana sarà effettivamente distrutto; la sua esistenza finirà. Sebbene questo sia chiaramente menzionato nelle profezie, non è stato fino a questo tempo della fine che Dio ci ha dato la comprensione su questo. Questo ha fatto parte di un mistero sconosciuto al mondo e alla Chiesa di Dio, finché Dio non lo ha rivelato. Il mondo ancora non lo sa, ma la Chiesa sì.

Poiché Dio ha creato Lucifero e ha fatto di lui un arcangelo, una creazione dello spirito, molte persone credono che lui allora abbia la vita eterna. Ma questo non è vero. È un essere che è stato creato. Solo Dio ha una vita immortale autonoma ed inerente a Se stesso per tutta l'eternità. Gli angeli non hanno questa vita autonoma, poiché sono semplicemente degli esseri composti di spirito. La vita, sia degli esseri composti di spirito come quella degli esseri composti di materia fisica, è stata creata da Dio e Dio può toglier loro questa vita, può porre fine alla loro esistenza.

Il sapere che questo è il suo destino, che è questo che lo aspetta, è per Satana un tormento. Questo essere ha sempre insegnato ciò che è falso (un falso profeta) e ha sempre mentito su Dio e sullo scopo di Dio per la Sua creazione. Satana ha ingannato l'umanità con i suoi falsi insegnamenti, il che ha portato a un falso cristianesimo, pieno di false dottrine.

In effetti, Satana è "il falso profeta" ed è anche "la bestia". Questa bestia è stata dietro a tutte le rinascite profetizzate dell'impero europeo. Il suo potere di bestia e i suoi inganni come falso profeta continueranno a influenzare le persone negli ultimi 100 anni, durante il periodo del Grande Trono Bianco. Questo perché un gran numero di persone che saranno risuscitate avrà vissuto la prima volta in un'epoca in cui Satana aveva una grande influenza sugli esseri umani e quelle persone ne avranno ancora ricordi. Molte di loro preferiranno continuare a vivere nell'illusione che hanno abbracciato nella loro prima vita e rifiuteranno la verità che Dio mostrerà loro.

È un dato di fatto che molti sceglieranno sempre la via di Babilonia, le false credenze e pratiche, le pratiche ingannevoli dei governi passati e tutti i falsi modi di vita che le persone hanno vissuto prima. Preferiranno questa vita a quella di Dio. Le opere di Satana come bestia e falso profeta rappresentano tutto ciò che è falso. Tutto questo sarà completamente distrutto solo quando coloro che hanno abbracciato quella forma di vita saranno completamente distrutti.

Questi falsi modi di vivere inizieranno a essere distrutti dall'opera che sarà svolta durante il Millennio. Ma tutto questo tornerà di nuovo quando tutte le persone che hanno vissuto in quel modo per tutta la loro vita saranno resuscitate per vivere una seconda vita fisica. Molti sceglieranno di rifiutare la maniera in cui hanno vissuto la loro vita precedente e accetteranno ciò che Dio offrirà loro. Ma ci saranno anche molti che non lo faranno.

Nel versetto sopra citato ci viene detto che Satana “sarà tormentato”. È tormentato nel sapere quale sarà la sua fine. L’espressione qui tradotta come “saranno tormentati giorno e notte, nei secoli dei secoli” non significa che saranno eternamente tormentati. Nella lingua greca questa espressione è usata per esprimere qualcosa che continua per un certo periodo di tempo, fintanto che durano certe condizioni specifiche. Ma quando un'era arriva alla fine, anche le condizioni di quell'era finiscono.

Quando Satana verrà gettato nel tipo di fuoco che Dio ha descritto (qualcosa non di natura fisica), il tempo della sua esistenza finirà, ma prima di arrivare alla sua fine lui è continuamente tormentato dalla conoscenza di ciò che gli succederà.



Il piano di Dio adempiuto

Ad un certo punto, mentre si svolgono questi eventi che sono stati appena descritti, tutti coloro che avranno scelto di vivere fedelmente in accordo con il cammino di vita di Dio saranno trasformati - saranno risuscitati - alla vita spirituale nella Famiglia di Dio, in Elohim.

Questo è un periodo che segna il completo adempimento del piano e proposito di Dio per aver creato gli esseri umani. A questo punto la Famiglia di Dio sarà completata. Dio spiega questo periodo in molti modi diversi.

Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, perché il primo cielo e la prima terra erano passati, e il mare non c'era più. (Rivelazione 21:1)

In questo verso, Giovanni spiega che sulla terra si è verificato un cambiamento importante e niente è più come prima. Tutto è nuovo e diverso.

L'espressione "il mare non c'era più" non parla letteralmente dei mari e degli oceani del mondo. Questo simboleggia profeticamente che non esiste più un "mare" di umanità, come esisteva da 7.100 anni precedenti. L'era dell'umanità e lo scopo di Dio per aver creato l'umanità saranno allora compiuti - saranno terminati - il mistero di Dio sarà compiuto e gli esseri umani non esisteranno più.

E io, Giovanni, vidi la santa città, la nuova Gerusalemme, che scendeva dal cielo [il cielo che sovrasta la terra] da presso Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. E udii una gran voce dal cielo, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Ed Egli abiterà con loro; e essi saranno Suo popolo e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. E Dio asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e non ci sarà più la morte, né lutto né lamento né dolore, perché le cose di prima son passate». (Rivelazione 21:2-4)

Coloro che saranno risuscitati si uniranno quindi a quella che qui viene descritta come "la nuova Gerusalemme", la dimora spirituale del popolo di Dio, di tutti coloro che fanno parte della Famiglia di Dio. Questi versetti mostrano che sono stati liberati dalla morte, dalla tristezza, dal dolore e dalle lacrime che hanno sperimentato nella loro vita fisica. Non dovranno più affrontare queste cose perché nasceranno come una creazione spirituale, come esseri composti di spirito. E dopo aver descritto come tutti coloro che allora saranno stati liberati da un'esistenza umana verranno aggiunti alla Famiglia di Dio, viene detto qualcosa di molto importante.

E poi seguirà una grande dichiarazione, dopo che tutti coloro che saranno stati liberati da un’esistenza umana verranno aggiunti alla Famiglia di Dio,

Allora Colui che sedeva sul trono disse: «Ecco, Io faccio tutte le cose nuove». Poi mi disse: «Scrivi, perché queste parole sono veraci e fedeli». E mi disse ancora: «È fatto! Io sono l'Alfa e l'Omega, il principio e la fine; a chi ha sete Io darò in dono della fonte dell'acqua della vita». (Rivelazione 21:5-6)

È quando lo scopo del periodo del Grande Trono Bianco sarà adempiuto e l'esistenza dell'umanità sarà finita, o ricevendo la sentenza di una seconda morte o risorgendo a una vita spirituale eterna, che Dio dichiara di aver "Ecco, Io faccio tutte le cose nuove" e che "è fatto!" Il mistero di Dio - il Suo piano e scopo per la creazione dell'umanità - sarà stato completamente rivelato e compiuto. Gli eventi dalla Settima Tromba saranno finiti.

E dopo aver detto che allora tutto si sarà adempiuto, Dio dà un ultimo avvertimento agli esseri umani.

«Chi vince erediterà tutte le cose, e Io sarò per lui Dio ed egli sarà per Me figlio. Ma per i codardi, gl'increduli, gl'immondi, gli omicidi, i fornicatori, i maghi, gli idolatri e tutti i bugiardi, la loro parte sarà nello stagno che arde con fuoco e zolfo, che è la morte seconda». Poi venne uno dei sette angeli che avevano le sette coppe piene delle ultime sette piaghe, e parlò con me, dicendo: «Vieni, ti mostrerò la sposa, la moglie dell'Agnello». E mi trasportò in spirito su di un grande ed alto monte, e mi mostrò la grande città, la santa Gerusalemme, che scendeva dal cielo da presso Dio. (Rivelazione 21:7-10)

Proprio alla fine della Sua parola scritta, Dio sottolinea ancora una volta l'importanza delle scelte che le persone sono libere di fare, e che le decisioni sbagliate hanno delle conseguenze. Quando questi ultimi 100 anni di esistenza umana giungeranno al termine, ci saranno coloro che subiranno una seconda morte, e ci saranno coloro che diventeranno figli di Dio e riceveranno la vita eterna.