QUANDO
TERMINA
IL CONTO
ALLA ROVESCIA

Capitolo 3
DIO PREDISSE LA TERZA GUERRA MONDIALE



QUESTA È UNA STORIA veramente terrificante, specialmente dovuto al fatto che concerne questo nostro tempo attuale. L'entità della distruzione che questa guerra causerà è qualcosa di veramente spaventoso. Dio dice chiaramente che non c'è mai stato un tempo come questo in tutta la storia dell'umanità e, per fortuna, qualcosa del genere non accadrà mai più.

Siamo alla fase finale di un piano a cui Dio diede inizio 6.000 anni fa quando Egli creò gli esseri umani e li mise su questa terra. In generale, Dio è rimasto "al di fuori" degli affari degli esseri umani, permettendo agli esseri umani di seguire le loro "proprie vie" e di sperimentarne il risultato.

Al contrario di quanti nel Cristianesimo tradizionale insegnano, Dio, in questi ultimi 6.000 anni non si è prodigato a salvare l’umanità. Dio ha invece permesso all’umanità di seguire la propria strada e poi, alla fine di questo periodo di tempo, Lui interverrà per porre fine a questo ciclo interminabile di sofferenze, di guerre e di fallimenti degli esseri umani. Ma prima Dio ci permetterà di arrivare proprio all’orlo dell’estinzione per mezzo di una guerra nucleare, affinché noi si impari le lezioni che dobbiamo imparare.

Come è già stato detto prima, non fu fin quasi alla fine dei 6.000 anni, fino alla fine di questa fase del piano di Dio, che Lui ci ha dato un maggior conoscimento nel campo della matematica, della fisica, della chimica, eccetera. Se questa conoscenza fosse stata data prima, noi esseri umani ci saremmo annientati già molto prima in una Terza Guerra Mondiale.

Dio ci ha concesso autonomia in questo spazio di tempo affinché noi si possa imparare delle lezioni che non possono essere imparate in nessun altro modo. Una delle lezioni più importanti che dobbiamo imparare è che l’umanità è incapace di governare se stessa con successo. Nazioni - grandi o piccole - imperi, regni, tutti sono sorti e crollati. E questo accadrà di nuovo alla fine. I nostri sistemi, i nostri governi semplicemente non funzionano. Finiscono tutti con il cadere.

La verità è che oggi la gente non crede che i suoi governi e le sue nazioni possano terminare di esistere, ma è proprio ciò che sta per succedere! Il mondo non ha mai sperimentato una guerra termonucleare a tutto campo od il suo impatto. Sarà qualcosa di orribile e spaventoso.

Dio predisse l'ascesa e la caduta di popoli, nazioni e regni. I popoli di molti regni caduti secoli fa sono emigrati in altre parti del mondo e sono riemersi con nomi diversi. Dio rivela come è possibile identificare questi popoli oggi, perché Dio predisse le azioni, le migrazioni e il ruolo profetico che quelle nazioni e regni avrebbero avuto nel corso della storia. Soprattutto per noi in questo tempo della fine.

Dio ha orchestrato il “tempo opportuno” per le grandi scoperte e progressi nelle scienze e nella tecnologia, permettendo al mondo di raggiungere esattamente lo stato in cui si trova ora. Specialmente in questi ultimi cento anni, l’uomo ha sempre messo questi progressi al servizio del suo potere militare ed ai suoi fini di conquista. Per la guerra! Con lo sviluppo delle armi nucleari, è inevitabile che l’umanità userà in un’ultima guerra questa tecnologia e le armi nucleari che ha sviluppato.

Dio conosce la natura umana che Egli stesso ha creato. Dio ha dato agli esseri umani il libero arbitrio – la capacità di scegliere liberamente. Dio già sapeva il tipo di scelte che l’umanità avrebbe fatto nel corso di 6.000 anni. Il modo in cui siamo stati creati produce automaticamente un modo di vivere basato sull’egoismo, dove uno antepone i propri interessi davanti a quelli degli altri. Questo è vero sia individualmente, come famiglia, come comunità o come nazione.

Dio usa la nostra natura egoista per compiere in noi uno scopo molto più importante, lo scopo per cui Egli ci ha creati. Ciò che Dio ha progettato è eccitante e di grande ispirazione, e ormai non è molto lontano. Ma prima di introdurre questa nuova era che Dio ha preparato per gli esseri umani, ci sarà un’ultima e catastrofica guerra. Sarà questa guerra, e tutti gli eventi catastrofici associati ad essa, che aiuteranno l’umanità a finalmente guardare in faccia la distruzione delle “sue proprie vie”. Questa natura, se non cambia, finisce inevitabilmente con il distruggere se stessa.



Quando Dio cominciò a rivelare che siamo nel tempo della fine

Come è stato già detto, la Chiesa di Dio fu fondata nel 31 d.C. ed è da allora che continua. Tuttavia, è stata poco conosciuta dal mondo perché non è stata nella volontà di Dio che lo fosse. Ma da quando fu fondata, quelli che l’hanno conosciuta l’hanno perseguitata, odiata e diffamata. Dovuto a questo, e anche perché questo è nel piano e proposito di Dio, la Sua Chiesa è rimasta piccola nel corso dei secoli. Tali ragioni diventeranno più chiare man mano che maggiori dettagli sulla Chiesa continuano ad essere affrontati nei seguenti capitoli. La ragione per questo – come pure certe altre cose che riguardano la Chiesa di Dio – sarà spiegata nei capitoli che seguono.

Per secoli la Chiesa di Dio è stata oppressa dal mondo circostante. Il risultato di questo fu che essa cominciò a perdere la verità che Dio le aveva dato fin dal principio. Fu per questo che negli anni Trenta Dio chiamò il Sig. Herbert W. Armstrong e lo consacrò apostolo. Dio fece questo con il proposito di cominciare a ristabilire la verità alla Chiesa e per cominciare a prepararla per la seconda venuta di Suo Figlio. È da allora Dio inoltre cominciò ad accelerare progressivamente lo sviluppo tecnologico degli esseri umani.

Verso la fine della Seconda Guerra mondiale, Dio cominciò a mostrare al Suo apostolo, Herbert W. Armstrong, che la Seconda Guerra mondiale si adattava perfettamente agli eventi profetici del tempo della fine e che dopo questa ci sarebbe stata un’ultima guerra sulla terra, una Terza Guerra mondiale. Dio gli rivelò allora che il mondo era entrato nel “tempo della fine”, periodo di cui le scritture parlano. Fu anche durante quel periodo che Dio gli rivelò il significato delle profezie in Daniele e nel Libro della Rivelazione.

Non appena terminata la Seconda Guerra mondiale, Herbert Armstrong iniziò ad avvertire che una Terza Guerra mondiale si stava avvicinando. Dio gli aveva rivelato profezie molto specifiche che lo portarono a conoscere i paesi che sarebbero stati in prima linea negli eventi finali del tempo della fine.

Lui spiegò che ci sarebbe stata una grande guerra nucleare, proclamando inoltre quale sarebbe stato il risultato di questa guerra secondo ciò che Dio gli aveva rivelato. Dio disse che questa guerra sarebbe di tale portata, di tale potenza distruttiva che, se non per il Suo intervento, l’umanità si annienterebbe. Questa è l’unica speranza per la razza umana – che Dio intervenga negli affari di questo mondo per impedire questa inimmaginabile atrocità.

A quel tempo, lui inoltre spiegò in modo più dettagliato che l'Europa, con la Germania a capo, sarebbe risorta in un'alleanza di nazioni che avrebbero avuto una moneta comune ed un governo comune. Disse inoltre che alla fine ci sarebbero state esattamente 10 nazioni europee che avrebbero fatto parte di un’unione militare. Dire alla fine della Seconda Guerra mondiale che la Germania sarebbe risorta per essere la nazione principale a guida di un'Europa unificata non era qualcosa di molto popolare

Ma nel marzo del 1957, Francia, Germania Occidentale, Italia, Olanda, Belgio e Lussemburgo firmarono il Trattato di Roma per stabilire la Comunità Economica Europea (CEE), conosciuta anche come il Mercato Comune. Questo alla fine divenne l’Unione Europea che conosciamo oggi.

Molti si deridevano di Herbert W. Armstrong quando lui parlava di questi eventi profetizzati per il tempo della fine. Sebbene lui vide l'Europa riunirsi in una struttura governativa cooperativa, non fu fino a 13 anni dopo la sua morte, ossia nel 1999, che l'Europa introdusse la valuta dell'euro. Oggi 28 nazioni appartengono come stati membri dell'Unione Europea e nel 2018 dieci nazioni che fanno parte della UE hanno firmato un accordo militare per la formazione di un esercito comune.

Tutti e tre i principali eventi riguardanti la formazione di un'Europa unita avvennero esattamente come l'apostolo di Dio disse. Il fatto che questi tre eventi nella formazione di un’Europa unita sono stati compiuti rende chiaro che il prossimo grande evento profetico che seguirà è la Terza Guerra mondiale. Gli eventi finali di questa fine del tempo si stanno avvicinando rapidamente! In questo libro questi eventi saranno identificati, al fine di aiutare le persone ad essere molto più informate e meglio preparate per quanto seguirà.



Il Libro della Rivelazione

Non ha senso parlare a lungo sulla storia o sulle profezie bibliche. Sarà invece data una spiegazione generale di queste cose con lo scopo di chiarire e di semplificare ciò che altrimenti richiederebbe molto studio e delle spiegazioni prolungate. In questo modo potrete riconoscere facilmente gli eventi del tempo della fine; qualcosa che il mondo non vede.

L’ultimo libro della Bibbia è il Libro della Rivelazione. In questo libro Dio rivela le ultime fasi del Suo piano per la creazione degli esseri umani. Esso rivela che la fine dei 6.000 anni di storia umana sarà segnata da dei grandi e catastrofici eventi finali che culmineranno in una Terza Guerra mondiale nucleare. Dio inoltre rivela che dopo che gli esseri umani avranno distrutto quasi un terzo di tutta la vita sulla terra, Lui interverrà per fermare quella guerra nucleare. Sarà dopo questo che Dio porterà l’umanità ad una nuova era di prosperità e pace in tutto il mondo per un periodo di 1.000 anni.

La maggior parte di ciò che è scritto nel Libro della Rivelazione riguarda il tempo della fine, il periodo in cui stiamo oggi vivendo. Molti di questi eventi finali si sono già verificati nel corso degli ultimi trent’anni, ma il mondo è ignaro di questo fatto. Dio ha inteso che le cose che hanno già avuto luogo vengano rivelate e poi di rivelare gli eventi catastrofici, e molto più scioccanti, che ben presto cominceranno ad aver luogo.

Questi ultimi eventi del tempo della fine sono rivelati attraverso il simbolismo contenuto nella descrizione dei Sette Sigilli della Rivelazione, le Sette Trombe, i Sette Tuoni e le Sette Ultime Piaghe. Molti di coloro che studiano su questi argomenti credono che ci stiamo avvicinando al momento in cui queste cose avranno luogo sulla terra. Quello che loro non sanno è che gran parte di questo è già avvenuto e che ci stiamo avvicinando alla fine di questi tempi profetici e che la Terza Guerra mondiale sta per iniziare.

Alcune di queste cose saranno spiegate più avanti, ma è importante ora sapere che tutti i Sette Sigilli del Libro della Rivelazione sono già stati aperti. Il Primo Sigillo fu aperto il 17 dicembre del 1994.

Le persone non comprendono queste rivelazioni. Ci sono molti tra coloro che credono che ci stiamo avvicinando al tempo della fine che credono anche che si stia avvicinando il momento in cui verranno aperti i Sigilli della Rivelazione. Ma non si rendono conto che queste cose hanno già avuto luogo e che molte cose sono già state adempiute. È per questo che, come con il resto del mondo, persino la maggior parte di coloro che credono che stiamo per entrare nel tempo della fine saranno colti alla sprovvista e non saranno preparati per ciò che accadrà.

Non solo fu il Primo Sigillo della Rivelazione aperto nel dicembre del 1994, ma da allora anche tutti gli altri sigilli sono stati aperti. Il Sesto Sigillo fu aperto nello stesso giorno in cui il Primo Tuono della Rivelazione cominciò a rimbombare. Quasi tutte le persone nel mondo sanno cosa accadde in quel giorno, ma nessuno sa cosa profeticamente preannuncia.

L’11 settembre del 2001 è un giorno che è rimasto inciso nella memoria di molti in questo mondo. In qualunque parte del mondo nel sentir questa data, la gente sa cosa accadde. Tuttavia, le persone non conoscono il significato dietro questo giorno, non sanno perché questo giorno sia così importante. È infatti il giorno in cui il Sesto Sigillo della Rivelazione fu aperto ed il Primo Tuono cominciò a rimbombare. Il significato profetico di questo è grande.

Ciò che accadde a New York, a Washington D.C. e in un campo in Pennsylvania non è la cosa più importante di questo giorno. La cosa più importante è il suo significato biblico. Gli eventi di quel giorno hanno un importante simbolismo profetico e annunciano cose che si adempiranno su scala molto più ampia. Il compimento di queste cose è rivelato dal suono delle prime quattro Trombe della Rivelazione. Queste Trombe hanno già suonato, ma la distruzione che hanno annunciato sta venendo trattenuta. Dovete sapere cosa questo significa.

La distruzione che risulterà dal suono di queste prime quattro trombe, dopo che Dio darà la via libera, ha a che fare con la caduta degli Stati Uniti. La maggior parte delle persone penserebbe che una cosa del genere non sia possibile, ma neppure avrebbero creduto in anticipo che una cosa come l'11 settembre potesse accadere negli Stati Uniti.

Gli eventi dell’11 settembre sono un simbolo profetico di ciò che accadrà quando Dio permetterà che inizi la distruzione annunciata dalle prime quattro Trombe. Dal punto di vista delle nazioni del mondo, non potrebbe esistere un simbolo più grande che rappresenti la posizione di rilievo, la grande ricchezza, potenza ed importanza degli Stati Uniti, che le torri del World Trade Center.

Diamo un’occhiata alla storia di queste torri per poter meglio comprendere questo simbolismo:

Le torri del World Trade Center erano soprattutto note per le loro iconiche Torri Gemelle di 110 piani. Le torri sopravvissero un attentato esplosivo il 26 febbraio, 1993, ma tutti gli edifici originali furono distrutti negli attacchi dell’11 settembre, 2001. Le Torri Una e Due crollarono, mentre le altre (numeri 3, 4, 5 e 6) furono danneggiate irrimediabilmente e tempo dopo furono demolite. L’edificio numero Sette crollò nel tardo pomeriggio del giorno degli attacchi.

Le torri furono inizialmente concepite come complesso dedicato alle compagnie ed organizzazioni direttamente coinvolte nel “commercio mondiale,” però agli inizi non riuscirono ad attrarre la clientela sperata. Nei primi anni di questo complesso, varie organizzazioni governative divennero inquiline di primo piano, tuttavia non fu fino agli anni Ottanta che lo stato barcollante delle finanze della città s’alleviò. A questo punto un numero crescente di compagnie private – maggiormente ditte finanziarie collegate con la Wall Street – divennero inquiline.

Le torri erano particolarmente ben conosciute dovuto all’imponenza delle Torri Gemelle con i loro 110 piani, ma queste torri pure servirono come simbolo della grandezza d’una nazione. Come il nome indica, esse furono erette sull’ideale di un centro per il commercio mondiale, ruolo il quale gli Stati Uniti hanno già adempiuto da varie decadi. Le torri erano simboliche della prominenza di Wall Street stessa. Il simbolismo della distruzione di tutte le sette torri del World Trade Center, come distruzione di un emblema, e l’uso del numero sette, simbolico di ciò che è completo, non dovrebbe sfuggire all’attenzione degli studiosi della Bibbia.

Come risultato di quell'attacco terroristico, tutti e sette gli edifici furono distrutti. Questo in effetti fa presagire il crollo profetico degli Stati Uniti, che è stato profetizzato dalla distruzione che le prime quattro trombe hanno già annunciato.

Il significato dell’aereo che colpì il Pentagono a Washington D.C. nella stessa giornata nemmeno dovrebbe sfuggirci. Profeticamente, nemmeno la potenza militare della nazione più potente della terra può fuggire dal giudizio di Dio e ciò che permetterà che accada.

Più avanti verrà discusso perché queste prime quattro trombe che hanno già suonato rivelano la caduta degli Stati Uniti. Ma uno deve prima cominciare a capire perché l’Europa ha un ruolo così prominente nelle profezie del tempo della fine.



L’Europa e la Terza Guerra Mondiale

Come poté Herbert W. Armstrong prevedere con tanta precisione che, al tempo della fine, poco prima di un’ultima guerra, la Terza Guerra mondiale, l'Europa sarebbe diventata una grande potenza mondiale? Come fece a sapere che avrebbero formato un organo amministrativo che sarebbe risultato nell’attuale Unione Europea di nazioni, che queste avrebbero avuto una moneta comune e che questa alleanza sarebbe risultata in una coalizione militare formata da esattamente dieci nazioni europee?

Lui sapeva tutte queste cose perché gli fu fatto vedere che la storia d’Europa corrisponde perfettamente agli eventi profetici molto specifici di cui i profeti di Dio parlarono e scrissero secoli fa.

Sebbene molti fatti storici e molte profezie siano coinvolte in tutto questo, sia sufficiente dire che le dieci nazioni che si sono unite in questa Unione Europea, segnalano un’ultima e profetizzata rinascita europea che condurrà a quest’ultima guerra mondiale. Una breve rassegna di un po’ di storia e di alcune profezie aiuterà a capire come è nata l'Unione europea e il suo legame con la Terza Guerra Mondiale.

Sono due i libri nella Bibbia in cui si può trovare molta informazione sull’ascesa e la caduta di nazioni e regni molto specifici, inoltre alla cronologia profetica degli eventi che riguardano la loro ascesa e caduta.

Dio diede al profeta Daniele alcune delle profezie più dettagliate su ciò che sarebbe accaduto a quei regni, dal tempo di Daniele al tempo della fine. Circa 600 anni dopo, Dio diede all'apostolo Giovanni profezie più dettagliate al riguardo. Queste profezie sono una continuazione di ciò che Dio aveva rivelato a Daniele. Ciò che Dio fece vedere a Giovanni ha a che fare con nazioni ed eventi specifici che avranno luogo al tempo della fine, poco prima del ritorno di Cristo.

In Daniele 2 c’è un’incredibile profezia che copre il lungo arco di tempo e che parla di certi regni, della loro ascesa e caduta, fino alla caduta dell’ultimo di questi regni. Questa profezia pure rivela, in un modo molto chiaro, qualcosa che molti seguaci del cristianesimo tradizionale non hanno mai compreso del Regno di Dio. Molti insegnano che il Regno di Dio è qualcosa che si trova nel cuore degli uomini dopo la loro conversione, mentre altri credono che sia in paradiso. Esistono numerosi concetti e insegnamenti, ma l’idea che un regno letterale verrà a questa terra e che Cristo regnerà in questo regno non è certamente una di queste idee.

Uno dei primi grandi regni che emersero nel mondo fu quello egiziano, dalla cui schiavitù Dio liberò gli israeliti. Dopo la distruzione dell’esercito egiziano e del faraone stesso, l’Egitto smise di essere una potenza mondiale. Qualche secolo dopo esser stati liberati, la nazione di Israele si divise e formò due nazioni diverse: la nazione di Israele e la nazione di Giuda. Dopo qualche altro secolo entrambe nazioni furono conquistate e portate in cattività.

Israele fu la prima ad esser fatta prigioniera dagli assiri, e poi Giuda fu conquistata dai babilonesi e la sua popolazione fu portata prigioniera in Babilonia. Una volta lì, Dio chiamò Daniele come Suo profeta. Poco dopo che Giuda fu fatto prigioniero, Nabucodonosor, re di Babilonia, fece un sogno e volle sapere cosa significasse. Il sogno gli era stato dato da Dio e Dio rivelò il sogno e il suo significato a Daniele. È interessante leggere quello che Daniele disse la prima volta al re.

“Daniele rispose in presenza del re e disse: «Il segreto di cui il re ha chiesto, non può essere spiegato al re né da saggi, né da astrologi, né da maghi, né da indovini. Ma c'è un Dio nel cielo che rivela i segreti, ed Egli ha fatto conoscere al re Nabucodonosor ciò che avverrà negli ultimi giorni. Questo è stato il tuo sogno e le visioni della tua mente sul tuo letto.” (Daniele 2:27-28).

Dio usò quel sogno per rivelare tramite Daniele quali sarebbero tutti i regni principali che sarebbero sorti nel mondo fino al tempo della fine. Fino al tempo, concesso da Dio secondo il Suo piano e proposito, di permettere che gli esseri umani governino se stessi. Fin quando il Suo Figlio assuma il controllo per regnare sulle nazioni. Nei seguenti versetti Daniele spiega al re che quello che aveva visto era quello che sarebbe successo nel corso del tempo.

“Tu stavi guardando, o re, ed ecco una grande immagine; questa enorme immagine, di straordinario splendore, si ergeva davanti a te con un aspetto terribile. La testa di questa immagine era d'oro fino, il suo petto e le sue braccia erano d'argento, il suo ventre e le sue cosce di bronzo, le sue gambe di ferro, i suoi piedi in parte di ferro e in parte d'argilla. Mentre stavi guardando, una pietra si staccò, ma non per mano d'uomo, e colpì l'immagine sui suoi piedi di ferro e d'argilla e li frantumò. Allora il ferro, l'argilla, il bronzo, l'argento e l'oro furono frantumati insieme e diventarono come la pula sulle aie d'estate; il vento li portò via e di essi non si trovò più alcuna traccia. Ma la pietra che aveva colpito l'immagine diventò un grande monte, che riempì tutta la terra.” (Daniele 2:31-35).

In quella breve spiegazione Daniele cominciò a spiegare ciò che rappresentava la testa dell’immagine. Continuò in questo modo fino ad arrivare alle dita dei piedi della statua. Quella statua rappresentava i regni che sarebbero sorti nel corso del tempo, fino al tempo della fine, periodo rappresentato dalle dita dei piedi. La prima parte della statua, la parte d'oro, rappresentava l'Impero caldeo-babilonese di cui Nabucodonosor era re ai tempi di Babilonia. A ciò seguì la parte d'argento che rappresentava l'Impero medo-persiano e, successivamente, la parte di bronzo rappresentava l'impero greco-macedone.

Daniele cominciò ad interpretare il sogno con la descrizione della testa d’oro della statua. Questa rappresentava il regno babilonese, il cui re era Nabucodonosor, e continuò a descrivere l’ascesa e la caduta dei regni (imperi) principali nel corso del tempo. La descrizione di Daniele terminò con la quarta parte della statua, le cui gambe erano di ferro ma i piedi di entrambi ferro e argilla. Questo rappresentava l’ultimo grande regno che sarebbe riemerso varie volte in Europa.

Un miscuglio di ferro e argilla non è una buona base per dei piedi che devono sostenere una statua molto grande. Eppure, le gambe di ferro ed i piedi di ferro misto con l’argilla descrivono molto bene le dispute che da secoli continuano in Europa. Molta della sua storia è stata associata con l’Impero Romano, e più tardi, con il Sacro Romano Impero. La sua storia combacia perfettamente con le profezie che la descrivono in diversi passaggi della Bibbia.

Ma prima di addentrarci di più nelle dispute descritte come di ferro ed argilla, è importante notare ciò che Daniele disse al re alla fine. Ci vien detto che una pietra colpì la statua sui piedi di ferro ed argilla, frantumandola in polvere che fu portata via dal vento, e che fu fatto senza intervento di mani. Questo vuol dire che non sarà qualcosa causato dall’uomo.

Un po’ più avanti in questo stesso capitolo Daniele procede a dare l’interpretazione del sogno e il significato di queste cose.

Al tempo di questi re, il Dio del cielo farà sorgere un regno che non sarà mai distrutto; questo regno non sarà lasciato a un altro popolo, ma frantumerà e annienterà tutti quei regni, e sussisterà in eterno, esattamente come hai visto la pietra staccarsi dal monte, non per mano d'uomo, e frantumare il ferro, il bronzo, l'argilla, l'argento e l'oro. Il grande Dio ha fatto conoscere al re ciò che deve avvenire d'ora in poi. Il sogno è veritiero e la sua interpretazione è sicura». (Daniele 2:44-45).

Sebbene questo sia stato mal tradotto, esso rivela pur sempre molto, come pure le altre profezie, rendendo chiaro qual è il piano di Dio per l’umanità. Dio ha concesso all’umanità 6.000 anni di autogoverno, ma questi versetti rivelano che i regni (gli imperi) governati dagli esseri umani arriveranno ad una fine. Qui dice che "al tempo di questi re", cioè ai giorni di questi sovrani, tutti questi regni e tutte le loro forme di governo finiranno.

L’era di autogoverno umano sta arrivando ad una fine. Quando questo succederà, i governi umani cesseranno di esistere, perché il regno dell’umanità non sarà mai più “lasciato a un altro popolo.” Perché questa pietra che colpisce la statua, non per mano d’uomo, è la pietra che fu “rigettata dai costruttori” (Salmi 118:22). Sta parlando dei costruttori dei governi umani, ma la pietra è Cristo – il Messia che Dio invierà per governare sulle nazioni. Il governo non sarà più lasciato nelle mani dell’uomo.

Quando i governi umani saranno portati ad una fine con la venuta del Messia, Dio stabilirà il Suo Regno, un regno che governerà le nazioni di questa terra. Dopo 6.000 anni di autogoverno umano, Dio stabilirà il Regno di Dio per governare la terra e Giosuè il Cristo sarà il Re di tutti i re. Dio dice che il Suo Regno durerà per sempre e che tutti i regni e governi dell’uomo hanno fallito e quindi devono finire.



Gambe di Ferro

Con questa statua, Dio mise in rilievo l’ascesa e caduta di quattro importanti imperi menzionati nella profezia, cominciando dal tempo di Daniele in poi. Dio usa questo come un mezzo per determinare profeticamente la fine dell’autogoverno umano, dopodiché nessuno governo umano governerà di nuovo con autonomia. Solo il Regno di Dio – il governo di Dio – regnerà su tutte le nazioni del mondo.

Daniele scrisse molte cose su questi eventi, e anche su quando avrebbero luogo

Daniele scrisse molte cose su questi eventi e anche quando si sarebbero verificati, ma il messaggio più importante in tutto ciò è che, nei tempi di Dio, il Suo governo sarà stabilito sulle nazioni. Ciò avverrà alla fine di un'era - o, come viene descritto, negli ultimi tempi - quando l'autogoverno dell'uomo avrà fine.

Daniele stesso volle saper di più su ciò che gli fu dato di scrivere, ma Dio gli disse che le cose che erano gli erano state rivelate non erano per il suo tempo.

“Egli rispose [Dio rispose a Daniele]: Va', Daniele, perché queste parole sono nascoste e sigillate fino al tempo della fine.” (Daniele 12:9).

Dio fece sapere a Daniele che non solo non gli sarebbe stata data una maggiore comprensione su ciò che aveva scritto, ma che quelle cose profetiche che gli erano state rivelate erano "sigillate" e che non sarebbero state rivelate, non sarebbero state comprese, fino al tempo della fine – quest’era presente in cui ci troviamo oggi. Fu la stessa cosa con ciò che Dio diede a Giovanni da scrivere nel Libro della Rivelazione, aggiungendo molto di più su un regno che esisterà al tempo delle fine. Anche questo non poteva esser rivelato fino al tempo della fine – che è il tempo in cui ci troviamo ORA!

L’ultima parte del sogno di Nabucodonosor riguardava le gambe di ferro ed i piedi di ferro ed argilla della statua. Ciò rappresenta l'Europa e il regno dell'Impero Europeo, che Dio profetizzò avrebbe avuto un ruolo importante negli eventi profetici che finalmente avrebbero portato al tempo della fine.

Anche se in diversi periodi sarebbero sorti altri regni con grande potere in altre regioni del mondo ed avrebbero scatenato delle grandi guerre, Dio rivelò che sarebbe stata l’Europa a risorgere in periodi diversi come potente impero. Queste rinascite sarebbero state guidate da leader forti, che sarebbero sorti con grande potere, specialmente nel far guerra, per consolidare e rafforzare l'impero.

Questa profezia sull'Europa e sui suoi ricorrenti risorgimenti, il suo prominente ruolo nella storia ed il suo potere come impero è anche strettamente associata profeticamente alla falsa religione e al suo impatto sull'umanità, fino alla seconda venuta di Cristo. 62 anni dopo l’avvento di questo impero sulla scena mondiale, i suoi governanti diedero la loro approvazione per far uccidere Giosuè il Cristo inchiodandolo ad un palo. Al suo secondo ritorno a questa terra, Cristo porrà fine al regno di questo impero.

Se fate una ricerca sulla parola Europa nell’internet vedrete che rivela molto sulle credenze che circondano la fondazione dell'Europa. Questo nome deriva dalla mitologia greca. Era il nome di una principessa fenicia, rapita da Zeus, che si era trasformato in un toro bianco, e che poi si portò Europa sulle sue spalle a Creta. Il continente europeo deve il suo nome a questo mito, ed è da lì che provengono molte delle idee religiose che esistono in quella regione del mondo.

È anche interessante notare che quando l'euro fu introdotto come valuta ufficiale dell'Unione Europea, ogni paese poté scegliere un simbolo unico cui porre su un lato della propria moneta. Il simbolo sulla moneta greca da due euro è una donna montata su un toro - il simbolo per l'Europa e molte altre cose. Questo simbolo ha anche un ruolo importante nel Libro della Rivelazione.

Di tutti i regni che Dio menziona profeticamente nella Bibbia, l'Impero Romano è quello che è durato più a lungo nel continente europeo. Esso è rappresentato nella statua nel sogno di Nabucodonosor dalle due gambe di ferro e dai due piedi di ferro e argilla. Dal 31 a.C. questo impero occupò una forte posizione dominante in quella regione del mondo. Il suo potere supremo continuò fino al 476 d.C. quando l'impero crollò. Nel Libro della Rivelazione questo viene descritto come una "ferita mortale".

Il libro della Rivelazione parla anche di un'epoca in cui l'impero sarebbe stato sanato e che questa guarigione ebbe luogo durante il regno di Giustiniano. Questo imperatore tentò di recuperare i territori che erano stati conquistati nella parte occidentale dell'impero, specialmente in Italia. Lui cercò anche di dare alla Chiesa cattolica più potere ed influenza sull'impero.

Le gambe della statua di Nabucodonosor rappresentano l'Impero Romano. Nella Rivelazione, Dio inizia a dare una descrizione più dettagliata di quest'ultimo periodo e dell'influenza profetica di questo impero europeo, fino alla Seconda Venuta di Cristo. Nei versetti che seguono, forniremo una breve spiegazione dell'importanza profetica e del suo significato.

“E vidi salire dal mare una bestia che aveva dieci corna e sette teste, e sulle corna dieci diademi e sulle teste nomi di bestemmia.” (Rivelazione 13:1)

L'apostolo Giovanni scrisse ciò che aveva visto nella visione profetica che Dio gli aveva dato. La sabbia del mare è un simbolo profetico delle folle sulle quali questa bestia eserciterebbe il suo potere. Le sette teste rappresentano i sette periodi distinti in cui questa bestia eserciterebbe un potere maggiore (come capo) su coloro su cui avrebbe governato. E sebbene questo non sia chiaro in questo versetto, più avanti potremo leggere dei versetti che le dieci corna e i dieci diademi sono sulla settima ed ultima testa.

“E la bestia che io vidi era simile a un leopardo, i suoi piedi erano come quelli dell'orso e la sua bocca come quella del leone; e il drago le diede la sua potenza, il suo trono e grande autorità. E vidi una delle sue teste come ferita a morte; ma la sua piaga mortale fu sanata, e tutta la terra si meravigliò dietro alla bestia.” (Rivelazione 13:2-3).

Il "drago" è Satana, cui Dio dice può esercitare una grande influenza sull'umanità e sulle nazioni di questo mondo. Qui dice che a questo drago fu dato il potere e autorità di esercitare una grande influenza su questo impero, per ingannare la gente e i suoi leader e condurli alla guerra. Ciò ha fatto sì che questi leader siano stati in grado di esercitare un maggiore potere e controllo su quelli su cui hanno governato.

"Tutta la terra" menzionata qui non significa letteralmente tutta la terra, ma l'intera area su cui quell'impero esercitava il potere. Le persone, specialmente in quella parte del mondo, seguivano il drago - seguivano le sue vie (le sue bugie) che portavano via da Dio. Accettarono le contraffazioni di Satana e quindi praticarono pratiche che sono bestemmie contro Dio e contro le Sue vie (le Sue verità).

A volte può essere difficile per le persone affrontare la verità su qualcosa di simile, ma esiste davvero un essere spirituale chiamato Satana. Egli abita su questa terra ed esercita un grande potere sull'umanità ed è estremamente bugiardo ed ingannevole. Il suo grande potere di influenzare deriva dal fatto che Dio ha dato all'umanità la libertà di scelta - libera scelta morale. L'uomo può scegliere liberamente di seguire le sue "proprie vie" e di credere a ciò che vuole. Ma purtroppo la nostra natura tende a seguire il nostro interesse personale in modo egoistico e a scegliere “le nostre vie” invece di scegliere le vie di Dio.

La nostra natura è più incline ad aderire alla teoria dell'evoluzione che a credere in un Creatore. La nostra natura tende a scegliere ciò in cui crede la maggior parte dell'umanità, anche nell'area della religione, piuttosto che credere a ciò che Dio comanda. La nostra natura tende a celebrare una vacanza chiamata Natale: il dare e ricevere regali, decorare la casa con luci, riunirsi in famiglia per mangiare insieme, a godersi una sorta di pseudo felicità nell’ascoltare musica natalizia per giorni e giorni e di continuare con tutte le tradizioni di questa festa.

La nostra natura tende a celebrare feste speciali che abbiamo adattato ai nostri tempi, invece di rallegrarci nei Giorni Santi di Dio. Preferiamo nascondere le uova di Pasqua perché i bambini le cerchino. E quando facciamo regali usiamo la storia di un uomo grasso su una slitta trainata da renne che porta regali, anche nei paesi tropicali. Preferiamo queste favole invece di onorare Dio in spirito e verità.

La tendenza della nostra natura è di fare ciò che “ci piace” e ciò che “vogliamo”, spalancando la porta in modo che Satana ci allontani da Dio. Satana è il maestro dell'inganno e delle bugie, e la nostra natura preferisce accettare e vivere le bugie di Satana invece di obbedire a Dio. Questa è la verità. È la verità che viene espressa, la realtà della vita, senza alcuna intenzione di giudicare, danneggiare o offendere nessuno.

“E adorarono il dragone che aveva dato l'autorità alla bestia e adorarono la bestia dicendo: «Chi è simile alla bestia, e chi può combattere con lei?». E le fu data una bocca che proferiva cose grandi e bestemmie; e le fu data potestà di operare per quarantadue mesi. Essa aperse la sua bocca per bestemmiare contro Dio, per bestemmiare il Suo nome, il Suo tabernacolo e quelli che abitano nel cielo.” (Rivelazione 13:4-6).

Questi versetti descrivono sette rinascite di un governo potente in Europa, potere che è sempre stato associato con la guerra.

Per molto tempo i sovrani di questo Impero Romano in Europa sono stati intimamente legati a una chiesa che divenne enormemente influente e potente, e che ha spesso esercitato una grande influenza e potere su quegli stessi sovrani.

Questi versetti parlano di un periodo ti tempo molto specifico, quando questa chiesa esercitò la sua grande influenza su tutto l’Impero Romano e anche sui suoi sovrani. La Bibbia ci dice che fu per un periodo di 42 mesi profetici. In questo tipo di profezie, il numero di giorni rappresentano lo stesso numero in anni. Questo fu un periodo profetico di 1260 anni. La Chiesa di Dio crede che questo periodo profetico ebbe inizio quando Giustiniano ricuperò il controllo dell’Italia alla fine della Guerra Gotica nel 554 d.C., e che poi terminò con la caduta di Napoleone.

Nella statua che il re Nabucodonosor vide nel suo sogno, come menzionata nel Libro di Daniele, l’impero europeo viene rappresentato dalle gambe di ferro e dai piedi e le dita di entrambi ferro ed argilla.

La descrizione di questo impero si riferisce a eventi profetici che hanno avuto luogo durante degli importanti periodi di tempo nella storia dell'Europa. Periodi di tempo caratterizzati da sovrani influenti, guerre e conquiste. Le profezie su questo impero iniziarono ad adempiersi nell'anno 31 a.C. e continueranno ad adempiersi fino alla venuta di Cristo.

Sebbene le profezie in Daniele ci danno una panoramica di questo impero, il Libro della Rivelazione ci fornisce una descrizione più dettagliata di tutto questo. Soprattutto per quanto riguarda l'influenza che Satana ha avuto su questo impero.

In Rivelazione 13, il regno di Giustiniano come imperatore dell’Impero Romano è rappresentato dalla prima testa di questa bestia. È rappresentato come la testa che fu ferita a morte ma che poi fu sanata. Quella fu una rinascita, la prima rinascita di questo impero dopo la sua caduta.

Dopo Giustiniano, l'impero decadde, ma nel 774 ebbe finalmente la sua seconda rinascita (la seconda testa della bestia) con l’Impero Franco di Carlo Magno. Carlo Magno fu successivamente incoronato imperatore dal papa nell'800 d.C. Ogni volta che l'impero cadeva in declino, alla fine seguiva una sua rinascita.

Una terza rinascita avvenne sotto Ottone il Grande, che fu pure incoronato dal Papa nel 962. Questo impero profetico continuò per molto tempo prima di arrivare alla sua quarta rinascita nel 1520, dopodiché Carlo V fu incoronato imperatore dal Papa.

Questa chiesa di Roma acquistò tale potere e influenza su questo impero che solo i papi potevano decidere chi sarebbero stati gli imperatori dell'Europa. Ci sono stati dei periodi in cui il potere di questa chiesa era talmente grande che i papi avevano più autorità per governare che i propri imperatori. Ma questo potere su queste rinascite iniziò finalmente a decadere e si concluse con la quinta rinascita.

Quando la quinta rinascita ebbe luogo nel 1804, papa Pio VII accettò di recarsi a Parigi per officiare l'incoronazione di Napoleone come imperatore. Ma la storia dice che all'ultimo momento Napoleone afferrò la corona e se la mise sulla sua testa. Questo fatto riflette ciò che stava accadendo in quel momento: i papi e la chiesa stavano perdendo il potere e l'influenza che avevano avuto fino ad allora. Questa fu l'ultima volta che un papa fu chiamato a incoronare un imperatore in Europa.



I piedi di ferro e argilla

Da quel punto in poi, l’Europa ha faticato per mantenere un’identità nel mezzo dell’ascesa di vari governi a livello nazionale. La chiesa di Roma non era più in grado di esercitare il tipo di potere, su quelle nazioni in ascesa, che prima aveva avuto per secoli. Sono stati tempi instabili per l’Europa, tempi di grandi invenzioni e grandi progressi tecnologici.

Sebbene i singoli stati d'Europa avessero individualmente acquisito notevole potere e influenza, non c’era affatto coesione tra loro. Erano molto divisi. Ecco perché la descrizione dei piedi di ferro e argilla è una buona descrizione.

Il movimento verso una sesta rinascita di un impero europeo rappresentato dai piedi di argilla e ferro (non le dita dei piedi) avvenne con lo scoppio della Prima Guerra mondiale. Quella guerra coinvolse un'alleanza tra la Germania, Austria-Ungheria, Bulgaria e l’Impero Ottomano (le potenze centrali). Quella fu la prima guerra a coinvolgere così tante nazioni da tante parti del mondo. Essa fu combattuta contro la Gran Bretagna, Francia, Russia, Italia, Romania, Giappone e gli Stati Uniti. Queste nazioni erano conosciute come Gli Alleati.

I paesi che furono coinvolti in questa guerra furono i primi ad usare delle armi molto più sofisticate di quelle che erano state sviluppate nelle migliaia di anni precedenti. Erano tempi di rapido sviluppo scientifico e tecnologico, tempi di grandi invenzioni. Fu qualcosa senza precedenti.

Quella guerra provocò grandi sconvolgimenti sociali quando milioni di donne entrarono nella forza lavoro per sostenere gli uomini che erano andati in guerra, sostenendo anche quelli che non tornarono più. La stessa guerra provocò la morte di circa 9 milioni di soldati e 10 milioni di civili. Inoltre, quella guerra contribuì a diffondere la prima pandemia del mondo: l'influenza spagnola del 1918, che uccise da 30 a-50 milioni di persone.

Quella Prima Guerra mondiale fu solo l'inizio della sesta rinascita del profetico Impero europeo, aprendo la strada ad una rinascita molto più potente sotto Hitler. Questa rinascita fu un tentativo di conquistare l'intera Europa, tentativo che rivela lo spirito dietro questo, lo stesso spirito che è stato dietro tutte le rinascite di questo profetico Impero Europeo. Poiché Satana non poté più usare quella grande chiesa per influenzare la rinascita in Europa - come aveva fatto prima - semplicemente iniziò a lavorare attraverso un uomo, esercitando una potente influenza spirituale sulla mente e sul modo di pensare di Hitler.

Hitler era deciso a stabilire un Terzo Reich. La parola tedesca “Reich” significa “Impero o Regno.” Questo rivela il suo desiderio di far risorgere nuovamente l’antico Impero Romano in Europa, ma questa volta con un nome tedesco e sotto una guida tedesca.

Il “Terzo Reich” divenne un termine molto popolare per descrivere quel periodo, nonostante fosse stato il desiderio di Hitler che fosse conosciuto come “Großdeutsches Reich” (Grande Reich tedesco). Un altro nome che veniva allora usato era “Tausendjähriges Reich” (Regno di mille anni).

Hitler voleva fare di Berlino la capitale di un Grande “Impero Mondiale”, un impero più grande di quello romano. In un discorso a Norimberga lui disse: “…nei prossimi mille anni non ci saranno più rivoluzioni in Germania.”

Anche con questo Satana voleva deridere la verità di Dio, perché c'è un solo millennio e questo è il regno di 1.000 anni di Giosuè il Cristo - il Messia. Questo è esattamente ciò che Dio ha detto che stabilirà alla venuta di Cristo nel Suo regno nel suo regno sulla terra durante il Millennio. Nel Regno di Dio non ci saranno più rivoluzioni - mai più guerre.

È fin dall’inizio della creazione dei primi umani che Satana ha resistito e combattuto contro Dio. Non perse tempo nell’influenzare Adamo ed Eva, le prime due persone create, a peccare e a ribellarsi contro Dio. Cercò persino di far uccidere Giosuè quando ancora bambino e si è dato da fare contro i profeti ed apostoli di Dio nel corso di 6.000 anni, facendoli imprigionare e/o uccidendoli. È stato anche responsabile, in questo tempo della fine per esser stato a capo di un devastante attacco contro la Chiesa di Dio, un attacco che è risultato in un’Apostasia che fu profetizzata dall’apostolo Paolo.

Ma c’è un'ultima rinascita di questo impero profetizzato che è già in atto da diversi decenni. Esso sta in effetti per arrivare alla sua fine, quando giocherà un ruolo decisivo su quando si verificherà la Terza Guerra mondiale. Il mondo è addormentato e non comprende la vera importanza del ruolo dell'Unione Europea negli eventi profetici del tempo della fine.

Tuttavia, Herbert W. Armstrong queste cose le sapeva e si diede da fare per avvertire il mondo di ciò che stava per accadere. Spiegò che 10 nazioni europee avrebbero formato un'alleanza, realizzando così uno degli ultimi importanti eventi profetici che avranno luogo prima che cominci una tribolazione catastrofica e una terza guerra mondiale. Queste cose sono rivelate nel significato dell'ultima testa e delle dieci corna menzionate nel 13° Capitolo del Libro della Rivelazione, e nel significato delle dieci dita di ferro e di argilla dell'ultima parte della statua del sogno del re Nabucodonosor.

Non ci potrebbe essere stata una migliore descrizione di questo profetizzato Impero Europeo negli ultimi 2.000 anni che questa statua che ha le gambe di ferro e i piedi di ferro ed argilla. Oggi l’Unione Europea è un’alleanza la cui forza risiede nell’unità dei suoi poteri individuali e nel suo potenziale economico. Queste nazioni sono inoltre capaci di esercitare il loro potere militare in qualsiasi parte del mondo, se desiderano farlo. Tuttavia, come l’argilla, quest'unione fa ogni sforzo per mantenere un governo centrale e mantenere la coesione tra gli stati membri.

Anche se per il momento non è chiaro quali saranno le dieci nazioni dell’Unione Europea che formeranno quest’alleanza, saranno in totale dieci i paesi che ad un certo punto decideranno di fare l’impensabile. Questo includerà la loro partecipazione nella Terza Guerra Mondiale, compiendo quindi un ruolo profetico importante.

Dieci dei 28 stati membri dell'Unione Europea hanno firmato un'iniziativa di Intervento Europeo congiunto, dando così inizio ad un processo di allontanamento dal dominio degli Stati Uniti e della NATO.

L'anno scorso, il presidente francese, Emanuel Macron, ha fatto una dichiarazione piuttosto infausta senza saperlo, che poche persone possono capire, perché si adatta perfettamente alle profezie. Ha detto: "Dobbiamo proteggerci dalla Cina, dalla Russia e persino dagli Stati Uniti". Questo è molto più inquietante di quanto possiate immaginare, perché questa settima e ultima rinascita di un Impero Europeo sorgerà in conflitto con le tre nazioni menzionata da Macron.

Le profezie rivelano che quest'ultima rinascita di un'unione militare di dieci nazioni europee sarà coinvolta in una guerra nucleare con Cina e Russia. Ma prima che ciò accada, queste nazioni saranno anche coinvolte in uno scioccante conflitto con gli Stati Uniti.

In un altro capitolo del Libro della Rivelazione, questi dieci paesi sono discussi in modo più ampio e aperto. Ciò che alla fine faranno è precisamente ciò che accelererà la venuta del Messia. Molto tempo prima della sua morte, 34 anni fa, Herbert W. Armstrong già poté vedere chiaramente come sarebbe stata l’Unione Europea che esiste oggi, perché Dio gli aveva dato una comprensione di queste profezie.

Ci sono molte ragioni perché negli ultimi anni c'è stato un crescente desiderio da parte di molti europei per la rinascita di una vecchia Europa nella forma degli Stati Uniti d'Europa. Loro stanno adempiendo ciò che fu profetizzato tanto tempo fa su una settima ed ultima rinascita di un Impero Europeo. Questa settima rinascita iniziò a prendere forma negli anni '50 e ora è quasi completa.

Gli europei non solo hanno posto le basi per la formazione di un esercito comune, ma si sono anche fatti valere il diritto all'autodeterminazione delle proprie operazioni militari, senza alcuna influenza o controllo da parte della NATO. Hanno un grande potere a portata di mano, se vogliono usarlo. Il Regno Unito e la Francia hanno grandi scorte di armi nucleari in Europa e la NATO ha anche un grande arsenale nucleare in tutta Europa. Il giorno in cui queste armi verranno utilizzate si avvicina rapidamente!



Il potere che ha ingannato il mondo

Nel Capitolo 17 della Rivelazione, Dio fornisce una spiegazione molto chiara e precisa del significato profetico delle sette rinascite di questo Impero Europeo. Il suo significato assume un contesto religioso in quei versetti. Per le persone del cristianesimo tradizionale, questa si rivelerà una delle cose più difficili da ammettere.

L'argomento che verrà trattato nel prossimo capitolo non è inteso a far del male a nessuno, ma indubbiamente qualcuno si sentirà offeso o ferito. Questo è qualcosa che non può essere evitato. Tutto ciò viene dato semplicemente per chiarire ciò che è la verità, per condividere la comprensione con le persone, in modo che possano fare delle scelte più informate nella loro vita con una maggior conoscenza dei fatti.

Potrete ricevere aiuto per essere meglio preparati per ciò che verrà se siete disposti a riconoscere e ammettere ciò che verrà mostrato più avanti. Non importa se affrontate queste cose adesso, mentre c'è ancora tempo per prepararvi, o più tardi, perché a un certo punto dovrete affrontarle. Non avete altra scelta.

A questo punto c’è ancora tempo per scegliere di farlo liberamente, in modo da poter giudicare meglio su queste questioni. Ma chiunque non lo faccia volontariamente mentre c'è ancora tempo, sarà comunque costretto ad affrontare quelle cose quando gli eventi del tempo della fine inizieranno a devastare la terra. Tuttavia, sarà troppo tardi per preparare voi stessi e le persone a voi care.

Col tempo, tutti dovranno affrontare queste verità. L’alternativa è di farlo ora, oppure quando comincerete a sperimentare la distruzione di una terza guerra mondiale, altrimenti lo dovrete fare in futuro, quando sarete resuscitati per vivere una seconda vita fisica. Dio rivela che arriverà il momento in cui tutti dovranno affrontare ciò che Egli dichiara è vero.